Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna Melaverde alla scoperta degli alpeggi al passo Branchino: cultura e sapori

Melaverde alla scoperta degli alpeggi al passo Branchino: cultura e sapori

Il programma di Canadle 5 Melaverde riparte domenica 4 settembre, alle 11,50: protagonista sarà l’Alpe Nevel, un pascolo di montagna incastonato nelle Orobie Bergamasche, in territorio di Ardesio, zona lago Branchino, dove è aperto anche il rifugio raggiungibile da Mezzeno di Roncobello.

Si parlerà di agricoltura e di allevamento, di valorizzazione, di accoglienza, di nuove generazioni, ma anche di grandi eccellenze enogastronomiche. Una puntata alla scoperta di saperi e sapori orobici che da decenni caratterizzano Valcanale.
Diversi saranno gli interlocutori in questa puntata. Dal presidente del Parco delle Orobie Bergamasche, Yvan Caccia, all’alpeggiatoreo, che mantiene viva la tradizione della Transumanza. Un esperto racconterà dell’importanza dell’alpeggio che, se ben gestito e strutturato, può dare nuova vita a interi territori montani. In quest’alpe, per esempio, convivono le attività di pascolo, buone pratiche gestionali dedicate al mantenimento dei diversi ambienti e una vasta offerta di accoglienza: la baita bassa Neel e il rifugio Branchino.

Il lago Branchino

Accanto al rifugio è stato anche introdotto un nuovo modo di fare campeggio, la StarsBOX, una casetta di legno con tetto apribile per poter ammirare il cielo stellato. Questa forma di multifunzionalità in quota valorizza il territorio e genera reddito in completo risptto e armonia con l’ambiente.
L’Alpe Nevel, alpeggio di proprietà della Provincia di Bergamo che ha promosso un piano di recupero ed efficientamento, si rende attualmente sede per due importanti iniziative. La prima è chiamata Rete Malga Amica delle Orobie, un progetto dell’associazione Orobiestyle che va oltre il semplice recupero di stabili abbandonati proponendo una vera e propria ricostruzione identitaria per consegnare un comparto economico che nella bergamasca potrà ambire a diventare un driver dello sviluppo dell’arco alpino.
La seconda iniziativa riguarda il Progetto Pasturs, che da anni cerca di migliorare la convivenza tra allevamento e grandi predatori attraverso giovani volontari che aiutano il malgaro nella vita lavorativa d’alpeggio. L’obiettivo è anche quello di sensibilizzare sulle tematiche di conservazione della biodiversità e delle produttività umane.

Venerdì 2 settembre 2022