Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna Domenica 14 novembre una giornata dedicata a Mario Merelli

Domenica 14 novembre una giornata dedicata a Mario Merelli

Il ricordo dell’alpinista Mario Merelli è sempre vivo nel mondo alpinistico italiano ed internazionale ma soprattutto nella sua terra bergamasca.

La sottosezione CAI Alta Valle Seriana con sede ad Ardesio, di cui Merelli era socio, come ogni anno organizza una giornata per ricordarlo.

Il programma prevede per domenica 14 novembre la celebrazione di una messa in suffragio alle ore 9 a Lizzola dove Mario viveva ed è sepolto.

Alle ore 10 si potrà salire al Passo Manina 1.789 metri, dove nel 2014 è stata inaugurata una Rosa dei venti dedicata a Merelli al quale è stato dedicato anche il rifugio Coca.

Sempre nei pressi della Rosa dei venti ci si riunirà per una preghiera ed un canto.

Il programma prevede poi un pranzo presso il rifugio Campèl a 1.600 metri lungo le piste da sci di Lizzola.

Il costo di partecipazione è di 15 euro che comprendono una piccola offerta che sarà devoluta al “Kalika Hospital” fondato da Mario Merelli con l’amico Marco Zafferoni nella zona povera del Dolpo in Nepal.

Sulla facciata dell’ospedale si può leggere: “In memora di Mario Merelli, alpinista e sognatore. Grazie alla condivisione dei suoi sogni, il Kalika Family Hospital è una realtà”.

Mario Merelli sin da piccolo amava le montagne grazie al padre Patrizio, guida alpina, nella sua vita è salito su 10 ottomila compreso l’Everest, in diverse occasioni ha rinunciato alla conquista di una vetta per portare aiuto ad altri alpinisti in difficoltà.,

Domenica 14 novembre sarà ricordato unitamente ai parenti, amici, alla moglie Mirella Girait alpinista spagnola sposata nel 2009, la mamma Luigina, la sorella Raffaella e al fratello Dino componente della squadra azzurra di sci alpino.

Martedì, 2 novembre 2021