Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna Contributi a fondo perduto per partite Iva e attività in montagna

Contributi a fondo perduto per partite Iva e attività in montagna

In questi giorni arrivano i ristori per i comuni di montagna, con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, il contributo a fondo perduto messo a disposizione dal 10 febbraio potrà essere richiesto fino al 24 febbraio 2021. I comuni di montagna, la cui economia è legata al turismo e agli impianti sciistici, sono stati travolti dalla pandemia
ed hanno subito gravi perdite economiche.
Secondo la comunicazione, possono farne domanda gli operatori IVA, che non hanno presentato la stessa nei mesi precedenti, e che hanno domicilio fiscale o sede in un comune che è stato colpito dall’emergenza. I comuni di montagna devono essere classificati come totalmente montani ed i soggetti interessati possono inviare domanda tramite portale web dell’Agenzia delle Entrate nella sezione dedicata a fatture e corrispettivi, non oltre il 24 febbraio.
L’Agenzia delle Entrate si riserva di effettuare comunque controlli per verificare la sussistenza della richiesta, accertandosi che arrivi effettivamente da un comune di montagna colpito dall’emergenza e che il richiedente abbia iniziato l’attività necessariamente prima del 1° maggio 2020.
Per chi vive e lavora in montagna questa forma di contributo a fondo perduto può sostenere una ripresa.

Venerdì, 12 febbraio 2021