Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News San Pellegrino, l'addio a Giuseppe Minelli. "Una malattia affrontata nella serenità"

San Pellegrino, l’addio a Giuseppe Minelli. “Una malattia affrontata nella serenità”

“Lo rircorderemo anche per la serenità con cui ha affrontato la malattia e la sofferenza. E’ stato sempre sostenuto dalla fede, ci lascia una bella testimonianza. E l’invito a coltivare valori importanti, quelli che i nostri genitori ci hanno tramandato”. Così don Franco Gherardi ha ricordato la figura del cugino Giuseppe Minelli, 74 anni, morto nella notte tra sabato e e domenia 3 luglio cadendo dalla sua casa di San Carlo a San Pellegrino.

Martedì 5 luglio, nella parrocchiale di San Pellegrino, i funerali, celebrati dal parroco don Giorgio Brescianini e dal cugino don Franco Ghilardi. “E’ stata una persona di grande dolcezza, signorilità e generosità con tutti – ha detto don Brescianini -. Lui era di poche parole ma essenziali e giuste”. Una vita segnata dalla malattia quella di Giuseppe Minelli, prima la sordità e poi la cecità.

Minelli era stato direttore amministrativo dell’azienda Minelli, società che dal 1937 è specializzata nella lavorazione del legno e negli anni è diventata tra i leader del settore, con stabilimenti ad Ambriola di Costa Serina (dove la famiglia è originaria), Zogno e nel Bresciano. Da alcuni anni è nata anche la Minelli Usa. Fondamentale il ruolo di Giuseppe Minelli nell’azienda (che oggi conta 260 dipendenti). Ragioniere, Minelli era in pensione da alcuni anni.

Dopo la celebraazione il corteo verso il cimitero dove Giuseppe Minelli è stato tumulato.

Martedì 5 luglio 2022