Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News E' un operaio della Smi il 41enne precipitato a Dossena

E’ un operaio della Smi il 41enne precipitato a Dossena

E’ Claudio Busi, 41 anni, di Zogno, operaio alla Smi nella sede di San Giovanni Bianco, il ciclista-escursionista trovato morto nella mattina del 14 gennaio in fondo a un dirupo del monte Vaccareggio, sopra Dossena. Appassionato di mountain bike, era solito percorrere, anche di sera, tracciati particolarmente difficili. Giovedì 13 gennaio era partito dalla sua casa, dove vive da solo, a Endenna di Zogno, verso il monte Vaccareggio passando dalla località Lavaggi, in territorio di Dossena, sul versante della Val Parina. Area particolarmente impervia, con ghiaccio.

L’allarme in serata, quando non è stato visto rientrare. Le ricerche erano partite dopo la mezzanotte. La sua bici, lo zaino e il caschetto sono stati trovati in una zona particolarmente impervia ma comunque frequentata dalle mountain bike. Più distante il punto in cui è stto trovato il suo corpo. Claudio probabilmente aveva quindi percorso un tratto a piedi. Nelle ricerche durante la notte sono stati impegnati Soccorso alpino e carabinieri.

Il versante del Monte Vaccareggio che si affaccia sulla Val Parina è un’area molto impervia e con pareti di roccia alte parecchie decine di metri. Perlustrata l’area boschiva e dei pascoli intorno al luogo del ritrovamento della bicicletta, all’alba è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza, per una ricognizione alla base delle pareti, difficilmente raggiungibile in altro modo. Il corpo è stato individuato e il personale medico dell’elisoccorso di Bergamo, verricellato a terra, non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo è precipitato da un punto ricoperto di neve e di ghiaccio per un centinaio di metri, in un dirupo, verso la Val Parina.

Venerdì 14 gennaio 2022