Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Cronaca Pochi medici e paura di non averlo: in coda di notte a...

Pochi medici e paura di non averlo: in coda di notte a Zogno per la scelta

“Pensavo di essere la prima, invece c’era chi era lì ad attendere dalle 4 di notte“. Poi la signora di Zogno ci scherza pure su: “Ho fatto prima a partorire”. Motivo dell’attesa e della coda fuori dagli sportelli dell’Ats di Zogno (che apre alle 8,30), la scelta del nuovo medico di base, lunedì scorso 9 gennaio 2023. La carenza dei medici di base in Valle Brembana e in tutta la provincia – quindi il timore di restare ancora senza – causa anche situazioni assurde di questo tipo: cittadini in coda di notte per la scelta del medico. “C’è stato, a quanto pare, un problema con il server – racconta ancora la signora – quindi si è formata coda, ma meno di altre volte. Alle 9, poi, il problema è stato risolto. Code ci sono state, sempre per la scelta del medico, anche in farmacia”.

Zogno, per esempio, era rimasto senza tre medici causa rinunce e pensionamenti. A novembre scorso l’annuncio di Ats che erano stati individuati tre nuovi medici che avevano accettato l’incarico a partire da quest’anno: Francesco Zanetti, che nel 2020 aveva sostituito alcuni mesi la dottoressa Maria Grazia Donadoni, quindi Ylenia Scaglia, di Brembilla (anche lei aveva sostituito la dottoressa Donadoni), e Eleonora Lucca di Zogno (che aveva sostituito i medici Accardi e Barcella), entrambe classe 1994. I tre nuovi medici serviranno l’ambito di Zogno, Sedrina, Ubiale Clanezzo, Val Brembilla e Blello.

Scaglia e Lucca – che da tre anni prestavano servizio anche nella guardia medica di Zogno – termineranno la formazione nell’ottobre 2023, quindi avranno per ora mille pazienti – proprio perché in formazione – anziché 1.500-1.800. L’ambulatorio è nei pressi della farmacia, in via XXIV Maggio, mentre il dottor Zanetti sarà negli ambulatori di via Martiri della libertà. Il dottor Zanetti potrà invece avere già 1.500 pazienti.

La carenza di medici di base è quindi causa spesso della corsa alla conferma o alla scelta, quando sono in arrivo le nuove figure: era già successo con le code a gennaio 2022, per un nuovo medico a San Giovanni Bianco. Ora l’attesa di notte all’Ats, lunedì scorso, pur di avere la certezza di un medico. Una situazione venuta alla luce mercoledì mattina durante l’incontro che la candidata alla presidenza della Regione Lombardia Letizia Moratti ha tenuto nella sala consigliare di San Pellegrino, presenti alcuni sindaci della valle.

Sabato 14 gennaio 2023