Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Sedrina resta senza banche. Val Brembana sempre più povera di servizi

Sedrina resta senza banche. Val Brembana sempre più povera di servizi

Purtroppo è il segno di una valle che perde sempre più servizi: scuole, sanità, negozi, poste. Ma anche le banche. E non parliamo di alta Valle Brembana, ma di Sedrina, proprio all’inizio della valle, oltre 2.000 abitanti. Eppure, nell’arco di un mese, entro fine maggio, i due istituti di credito (utilizzati anche dai residenti di Ubiale) presenti in paese chiuderanno. E Sedrina resterà senza banche, salvo uno sportello completamente automatizzato della Bcc (attivo dalle 8 alle 18).

La filiale della Bcc in via Roma a Sedrina: sarà automatizzata dal 2 maggio

Chiuderà il 20 maggio, dopo una storia decennale, la Bper (ex Ubi, aperta dall’allora Banca Popolare), in via Roma (di fronte al municipio). La banca Bper più vicina sarà quella di Zogno. Dal 2 maggio, invece, la Banca di credito cooperativo (Bcc), sempre sulla centrale via Roma (di fronte al distributore di benzina), diventerà completamente automatizzata: niente più personale, se non su appuntamento. Allo sportello automatico si potranno comunque fare prelievi, depositi, bonifici e altre operazioni. La chiusura – come spiega il sindaco Stefano Micheli – rappresenta comunque un brutto segnale del venir meno di ulteriori servizi in Valle Brembana.

L’avviso di chiusura alla Bper di via Roma a Sedrina (Copyright Valbrembanaweb)

Giovedì 14 aprile 2022