Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dalla Val Brembana San Pellegrino Terme capitale dell'acqua in mostra a Cracovia

San Pellegrino Terme capitale dell’acqua in mostra a Cracovia

L’esposizione, che ha ricevuto il patrocinio del Console onorario italiano a Cracovia,
sarà allestita all’Istituto italiano di Cultura in Polonia, da oggi 23 giugno al 15 luglio,
in mostra le fotografie degli artisti Laura Lerario e Arkadiusz Sędek.

Un evento unico nel suo genere in un contesto altrettanto peculiare, la galleria dell’Istituto italiano di Cultura a Cracovia dove, da oggi mercoledì 23 giugno, verrà ospitato il vernissage della mostra “San Pellegrino Terme: la capitale dell’acqua”, in programma alle 18.

“San Pellegrino Terme la capitale dell’acqua” è un’iniziativa nata dalla scelta del sindaco di investire nel primo modello italiano di “City cooperative management” (CCM), guidato ed ideato dalla bergamasca “GE communication company”, una regia territoriale che coinvolge tutti gli stakeholders, imprese, associazioni, terzo settore ed istituzioni, la cui finalità è quella di progettare, promuovere e condividere la San Pellegrino Terme di oggi e di domani. Un evento, quello della mostra, che è la dimostrazione che la capacità di visione di Milesi sta già dando i suoi importanti frutti.

Fortemente voluta dal sindaco di San Pellegrino Terme, Vittorio Milesi, e dal direttore dell’Istituto italiano di cultura di Cracovia, Ugo Rufino, la mostra si pregia del patrocinio del sindaco di Cracovia, Jacek Majchrowski e del Console onorario italiano a Cracovia, Katarzyna Likus.

Il curatore della mostra Michał Jedynak: “Giugno da sempre è un mese importante per Cracovia visto che, non a caso, è il mese internazionale della fotografia. Ed è di fotografie che stiamo infatti parlando, quelle di Laura Lerario e Arkadiusz Sędek, due importanti artisti che, sebbene con un approccio diverso e con una differente esperienza professionale, si fanno testimoni del processo di cambiamento in atto, e cercano di cogliere l’anima della città di oggi, trovando in essa un campo perfetto per un dialogo artistico”.

“La mostra non vuole trasmettere semplicemente il concetto di “bellezza” o l’aspetto “turistico” di San Pellegrino Terme – continua Michał – il nostro obiettivo è quello di cogliere nuovi punti di vista e i pregi della cittadina e dei territori circostanti, non limitandoci a immortalarne la sua prestigiosa architettura e i suoi edifici, simboli dello stile Liberty, ma cogliendo prospettive nuove e sorprendenti. Il tutto senza dimenticare il titolo della mostra, “La capitale dell’acqua”, che è il tema portante dell’allestimento”.

Ecco perché nella mostra stessa c’è anche la Sanpellegrino e il mondo che le gira attorno, in funzione della storicità del marchio e dello stabilimento che è legato alla cosiddetta Capitale delle bollicine.
Una capitale dell’acqua che nel tempo ha attirato a sé l’attenzione di personaggi di grande spessore, tra i quali, per esempio, Federico Fellini (che ha ambientato la sua Giulietta degli spiriti nel sontuoso Casinò) e la regina Margherita di Savoia, solo per citarne alcuni: il luogo si pone come una cornice di richiamo e di prestigio, ma anche di importanza culturale e artistica.

“L’evento dedicato all’architettura urbanistica, termale e industriale della città di San Pellegrino Terme segna una tappa importante per la ripresa delle attività e della collaborazione tra Istituzioni italiane e polacche, dopo il lungo periodo di emergenza pandemica. L’inaugurazione della mostra fotografica nella galleria dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, oggi 23 giugno alle ore 18, inserita nell’ambito del Festival della fotografia, arricchisce la cooperazione culturale tra i due Paesi, in una città come Cracovia, ricca di storia e di arte, Patrimonio Unesco” – sottolinea il dott. Ugo Rufino, direttore dell’Istituto italiano di Cultura di Cracovia.

“La mostra fotografica è un modo per far conoscere il nostro paese in Polonia, un Paese, e una città, Cracovia, che ci ricordano una figura straordinaria che ha segnato la storia a livello mondiale – spiega Vittorio Milesi, sindaco di San Pellegrino Terme – La nostra cittadina è definita Capitale dell’acqua, e si parla a ragion veduta perché lo è in tutte le sue espressioni: due dei motivi per cui è conosciuta in tutto il mondo sono l’acqua imbottigliata dalla Sanpellegrino e le Terme. Ci auguriamo che questa mostra e il suo proseguo possano consentire di promuovere il nostro paese nel mondo e aiutare la ripresa economica in questo momento così particolare, non solo per chi opera nel settore turistico ma anche, di rimando, per le altre attività importanti nel nostro comune e in generale in tutta la Valle”.

Alla giornata inaugurale di oggi saranno presenti tra gli altri il sindaco di San Pellegrino Terme, Vittorio Milesi, e l’assessore al Turismo, Stefano Tassis, che faranno parte della delegazione rappresentativa di San Pellegrino a Cracovia, e Robert PIaskowski, Plenipotenziario del Sindaco della Città di Cracovia per la Cultura.

Per l’occasione sono stati attivati i profili sociali dell’evento: sia su Facebook, sia su Instagram, la mostra è individuabile all’account “Mostra San Pellegrino Terme”.

Mercoledì, 23 giugno 2021