Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Rifugi e alpeggi orobici senz'acqua. Dalla Regione fondi per il recupero dei...

Rifugi e alpeggi orobici senz’acqua. Dalla Regione fondi per il recupero dei bacini

Ci sono anche oltre cinque milioni di euro nei fondi destinati al recupero di bacini idrici, che la Giunta regionale lombarda ha stanziato il 24 ottobre. Uno stanziamento per contrastare i periodi di siccità che, quest’estate, hanno messo a rischio anche l’attività di diversi rifugi della Valle Brembana.

La Giunta, su proposta dell’assessore alla montagna, Massimo Sertori, ha approvato le modalità e i criteri per la destinazione a favore dei territori montani di 11 milioni di euro, finanziati per 9.006.908 euro dal Fondo per lo sviluppo delle montagne italiane (Fosmit) nazionale a cui si aggiungono 1.994.000 euro attraverso il Fondo Regionale montagna di Regione Lombardia.


Il fondo è finalizzato alla promozione e alla realizzazione di interventi per la salvaguardia, contrastare i fenomeni di spopolamento e abbandono e la valorizzazione della montagna, nonché misure di sostegno in favore dei Comuni totalmente e parzialmente montani delle Regioni e delle Province autonome.
“Grazie allo stanziamento delle risorse regionali pari a 1.994.000 euro attraverso il Fondo Regionale montagna – dichiara l’assessore Sertori – Regione Lombardia ha avuto altresì accesso nell’ambito del riparto del Fondo nazione alla premialità dell’ulteriore 20% delle risorse, confermando la specifica attenzione ai territori montani che ha caratterizzato la legislatura”.


In questa prima fase attraverso il trasferimento delle risorse statali si prevede di attuare tre azioni.
AZIONE 1: GREEN COMMUNITIES – Misure di tutela, promozione e valorizzazione delle risorse ambientali dei territori montani anche attraverso la realizzazione di piani di sviluppo di Green Communities. Stanziati 400.000 euro.
“Attraverso questa misura – spiega Sertori – si vuole incentivare la nascita di comunità locali, anche tra loro coordinate e/o associate, che intendono sfruttare in modo equilibrato le risorse principali di cui dispongono tra cui in primo luogo acqua, boschi e paesaggio”.
AZIONE 2: BANDO BACINI Un bando per la realizzazione e il recupero di bacini e invasi, anche a supporto dell’attività agricola (malghe e alpeggi) e ricettiva (rifugi) di montagna, finalizzati alla raccolta, all’incanalamento e alla gestione delle acque meteoriche per contrastare fenomeni di scarsità idrica. La misura, che verrà predisposta entro 6 mesi dall’accertamento delle risorse, potrà avere come beneficiari sia soggetti pubblici che soggetti privati. Stanziati 5.600.908 euro.
“L’estate 2022 – commenta Massimo Sertori – è stata caratterizzata dalla siccità peggiore degli ultimi 70 anni. In particolare, il territorio regionale ha presentato una condizione di deficit idrico generalizzato, caratterizzato da assenza di consistente risorsa nivale nel periodo invernale e da persistente deficit di precipitazioni atmosferiche nel periodo primaverile. In questa ottica l’azione strutturale prevista intende fornire un supporto permanente al contrasto dei fenomeni di scarsità idrica bei territori montani”.

Il rifugio Calvi Copyright Valbrembanaweb

AZIONE 3: BANDO TERRAZZAMENTI – Un bando per la realizzazione, il ripristino e la manutenzione straordinaria di terrazzamenti e muretti a secco caratteristici del paesaggio montano. La misura, che verrà predisposta entro quattro mesi dall’accertamento delle risorse, potrà avere come beneficiari sia soggetti pubblici che soggetti privati. Stanziati 5.000.000 euro.
“Questa azione – sottolinea l’assessore Sertori – vuole essere in continuità con l’iniziativa promossa nel 2020 dal mio assessorato, il ‘Bando per l’erogazione di contributi per la manutenzione straordinaria e il recupero dei terrazzamenti e di elementi strutturali del paesaggio agrario nel contesto montano – bando terrazzamenti 2020’.

Lunedì 24 ottobre 2022