Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dalla Val Brembana Piazzatorre: seggiovie di Torcola Soliva, ultimatum al Comune o smantellamento

Piazzatorre: seggiovie di Torcola Soliva, ultimatum al Comune o smantellamento

La proprietà delle seggiovie di Torcola Soliva a Piazzatorre, la Sesp Torcola 2000, ha inviato una lettera all’Amministrazione comunale di Piazzatorre e resa pubblica in questi giorni con la distribuzione presso tutti i commercianti del paese.

Nella lettera viene indicata una scadenza e precisamente il 31 agosto prossimo, data entro la quale il Comune dovrà decidere se diventarne proprietario, in assenza di interesse le seggiovie chiuse dal 2006 saranno smantellate.

La società Sesp accumulò perdite dal 1995 al 2005 per un totale di un milione e 266 mila euro, ancor oggi paga una media di 50-60 mila euro l’anno tra affitti dei terreni e concessioni dai Comuni di Piazzatorre, Valnegra e Moio sulle cui aree si trovano gli impianti.

Ci sono state proposte di acquisizione da parte di società cinesi e croate che non sono andate a buon fine a causa della pandemia.

La Sesp nella lettera indica la disponibilità a cedere anche gratuitamente gli impianti al Comune tranne il rifugio Scaia, in cambio della gestione per 20 anni di tutti gli impianti di Piazzatorre inclusi quelli ora funzionanti, in modo d’avere un unico comprensorio.

La gestione di Torcola Vaga (ora attiva) dovrà essere affidata alle stesse condizioni dell’attuale bando.

Gli impianti fermi da 15 anni necessitano di manutenzione straordinaria, di un impianto di innevamento (già in corso d’opera), del pagamento degli affitti.

Inoltre si chiede che venga riposizionata la sciovia Sole da Torcola Soliva alla pista Panoramica fino al rifugio Torcola, per collegare le due aree sciabili.

Nel caso in cui il Comune non accettasse, la società si dice disponibile alla vendita per compensare il mancato guadagno.

Dal Comune poche parole mentre un’apertura sembra arrivi dalla Regione dove nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra il consigliere regionale Alex Galizzi, l’assessore alla Montagna Massimo Sertori e il sindaco di Piazzatorre Bianchi.

Piazzatorre aprì la stazione di sci nel 1952 ed è tra le più longeve della nostra provincia. La parte di proprietà comunale (due seggiovie di Torcola Vaga) è gestita oggi dalla società “Monte Torcole srl” di Stefano Dentella, mentre la seggiovia Torracchio e le due sciovie Roccolo e Sole (di Torcola Soliva) sono di proprietà Sesp, chiuse dal 2005, tranne due stagioni dal 2010 al 2012 dove funzionarono come collegamento agli impianti di Torcola Vaga.

La decisione è quindi rimandata per la fine di agosto.

Martedì, 10 agosto 2021