Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Negozi storici, il riconoscimento della Regione a cinque attività di Branzi, Carona,...

Negozi storici, il riconoscimento della Regione a cinque attività di Branzi, Carona, Zogno e Piazzatorre

Sono 56 le nuove attività storiche della Provincia di Bergamo riconosciute da Regione Lombardia. In totale sono 456, che si vanno ad aggiungere alle 2.396 imprese già iscritte all’elenco regionale attività storiche e di tradizione. I nuovi riconoscimenti sono così suddivisi: 239 negozi storici, 117 locali storici e 100 botteghe artigiane storiche. Si arricchisce così l’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione, che comprende in totale 2.852 imprese.

“Un riconoscimento meritato per donne e uomini che con passione e tenacia hanno tenuto aperte le loro attività per tanti anni – dice l’assessore regionale al Turismo, Lara Magoni -.  Negozianti e commercianti che sono diventati punto di riferimento nei Comuni della Bergamasca, luoghi di incontro e botteghe in grado di offrire ai visitatori prodotti enogastronomici ed artigianali di indubbia qualità, capaci di trasmettere i valori e le tradizioni del territorio. Voglio ringraziare questi ‘eroi dei nostri tempi’, che hanno saputo tenere la barra dritta anche nel periodo burrascoso della pandemia e oggi, ancora con più entusiasmo, sanno rappresentare al meglio le eccellenze della Bergamasca, con quella voglia di guardare al futuro con immutato entusiasmo”.

Tra le 56 attività riconosciute dalla Regione anche “Da Bettina” (1956) di Branzi (1956), il ristorante-hotel Corona (1953) di Branzi, il ristorante Carona (1954), La Bottega di Aronne e Gabriele (1967) di Piazzatorre, Da Gianni (1956) di Zogno e l’Ortofrutta Mazzola fiori e piante (1961) di Zogno.

Il ristorante Corona di Branzi

Venerdì 22 luglio 2022