Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dalla Val Brembana L’ultimo toccante saluto della Valle a Davide Calvi

L’ultimo toccante saluto della Valle a Davide Calvi

Aveva appena 23 anni quando entrò a far parte di una commissione comunale a Moio de’ Calvi e dopo solo tre anni divenne consigliere comunale: iniziarono allora i 38 anni intensi di impegno di Davide Calvi per la sua cittadina e per la sua gente, dapprima come sindaco e poi, non rieleggibile a norma di legge, come vicesindaco.

L’aggravamento di una malattia della quale soffriva da tempo l’ha strappato giovedì scorso a 82 anni di età all’affetto dei suoi cari ed a quello dell’intera comunità brembana, riconoscente per la sua preziosa battaglia, per oltre mezzo secolo, a favore della sua gente con il nobile obiettivo di fare grande la sua piccola comunità e difenderne i diritti.

Ieri, sabato 24 luglio alle 15, Moio de’ Calvi si è fermata per tributare l’ultimo commosso saluto al suo illustre concittadino, una vera istituzione per la Valle, e la proclamazione del lutto cittadino ha testimoniato il particolare rapporto che lo legava alla sua gente.

Sono stati i soci ed amici dell’Associazione Frutticoltori e Agricoltori Valle Brembana, da lui stesso fondata da oltre dieci anni, a portare a spalla il feretro, che ha preso le mosse dall’abitazione per poi essere accolto nella parrocchiale di San Mattia Apostolo dal parroco don Andrea Mazzoleni. Particolarmente commovente il passaggio davanti al municipio, quello che per Calvi è rimasto la “sua” seconda casa per gran parte della vita.

Al mesto corteo, dietro la famiglia, hanno preso parte il sindaco Alessandro Balestra con fascia tricolore ed altri amministratori con il gonfalone comunale, il consigliere regionale Alex Galizzi e rappresentanti delle istituzioni, ma anche l’intera comunità di Moio de’ Calvi.

Nella sua omelia don Andrea ha definito Calvi come «un uomo che ha fatto una scelta di vita e di attività pubblica attenta innanzitutto ai bisogni concreti della gente e al bene della sua valle, in una visione umana, sociale e cristiana costantemente coerente a tale scelta».

Al termine della cerimonia religiosa si sono alternati al microfono, per rendere omaggio a Calvi e per ricordare la sua incessante opera a favore del territorio e della comunità brembana, l’attuale sindaco Alessandro Balestra, Giambattista Gherardi, che fu vicesindaco di Davide Calvi e Pinuccio Gianati, presidente dell’Afavb, l’associazione frutticoltori creata da Calvi inizialmente per soddisfare la richiesta di alcuni pensionati locali ed ora diventata una realtà provinciale.

Da ieri Davide Calvi riposa nel piccolo cimitero nei pressi della chiesa di Moio de’Calvi, ma il suo ricordo resterà vivo per generazioni nel cuore dei suoi concittadini e di tutti i residenti della Valle.

Domenica, 25 luglio 2021