Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Fontana artistica negli Orridi di Taleggio, l'appello: togliete le barriere. "Ma c'è...

Fontana artistica negli Orridi di Taleggio, l’appello: togliete le barriere. “Ma c’è il rischio di caduta sassi”

L’appello – all’Amministrazione comunale di Taleggio – appare scritto su un cartello, di anonimi, posato pochi metri a monte della fontana: “Fate rimuovere la barriera che deturpa il paesaggio e aumenta il pericolo per gli utenti della fontana. Occorre rete a monte. Grazie“.

La fontana, realizzata dallo scultore Elio Rota di San Giovanni Bianco, e ricavata da un grande sasso del Brembo, si trova a lato della strada provinciale che porta a Sottochiesa di Taleggio, lungo gli Orridi (territorio di Taleggio, poco oltre la galleria, salendo). Per anni è stata liberamente accessibile e gli automobilisti si fermavano sulla piazzola davanti, per prendere l’acqua o bere. Ma il rischio di caduta massi dalla parete rocciosa ha convinto la Provincia (competente per l’area) a posizionare, a lato carreggiata, barriere in cemento. La sosta delle auto, quindi, non è più possibile, ma di fatto si riesce a fermarsi pochi metri prima, in un altro slargo, sempre sotto la parete rocciosa. E la fontana resta accessibile ai pedoni, grazie a un passaggio tra le barriere.

.

LA PROVINCIA: COSTO ELEVATO PER LE RETI DI PROTEZIONE, VALUTIAMO UNA STACCIONATA IN LEGNO

La richiesta degli automobilisti è di togliere le barriere, sicuramente antiestetiche per un angolo che, invece, inizialmente rappresentava un caratteristico biglietto da visita per il turista. La richiesta pare, però, di difficile accoglimento. Reti di protezione, in parte, sono già installate ma, evidentemente, insufficienti per garantire sicurezza all’area di sosta prospiciente la fontana. La piazzola, quindi, è a rischio (anche se di fatto accessibile ai pedoni) per caduta massi. “In due occasioni è stata verificata la caduta di alcuni sassi – spiegano dalla Provincia – dalla parte più elevata della parete. Abbiamo verificato con un drone la posizione del distacco. A quel punto si è deciso, per sicurezza, di vietare il parcheggio: qualcuno lasciava lì l’auto per diverso tempo. Non è una questione di viabilità. Si può accedere a piedi, ma resta naturalmente il rischio. La posa di reti è onerosa, l’intervento è importante. Una staccionata in legno al posto della barriera di cemento? Si può valutare”.

Il cartello di invito a togliere le barriere

Lunedì 31 gennaio 2022