Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News L'alta Val Brembana piange Alex Balestra, l'imprenditore del carbonio

L’alta Val Brembana piange Alex Balestra, l’imprenditore del carbonio

Si è spento alle 22,30 di domenica 2 gennaio, nella sua casa di Almenno San Bartolomeo dove si era trasferito da inizio anni Novanta, Flavio Alessio Balestra, conosciuto da tutti come Alex, fratello del sindaco di Moio de’ Calvi Alessandro Balestra detto Toti.

Alex Balestra aveva 62 anni, era originario di Moio de’ Calvi. Fondatore e cotitolare della WR Compositi, azienda di Almenno specializzata in componenti in fibra di carbonio per moto, bici e industria elettromedicale, era malato da circa quattro anni. Curato inizialmente in Svizzera si stava sottoponendo da tempo a immunoterapie. A fine ottobre le sue condizioni sono improvvisamente peggiorate. Domenica è spirato nella casa ad Almenno. Lascia la moglie Livia, i figli Francesco e Alessandra, i fratelli Yuri e Alessandro, la mamma Margherita. I funerali saranno celebrati mercoledì 5 gennaio, alle 14,30, nella parrocchiale di Moio. Sarà poi sepolto nel cimitero di Moio, dove riposa anche il padre Francesco (che fu sindaco di Moio e fondatore dell’Acqua minerale Stella Alpina). La camera ardente è ora allestita nell’abitazione di Almenno San Bartolomeo, in via De Gasperi 1/A.

Ingegnere, aveva di fatto iniziato la sua attività nel garage di casa a Moio de’ Calvi. Innsieme al fratello Yuri aveva poi dato vita alla WR Compositi di Almenno, azienda specializzata nelle fibre di carbonio per auto, moto e bici, che ha lavorato per marchi quali Pinarello, Colnago, Ferrari e Maserati.

“Seppure avesse lasciamo Moio da 30 anni – lo ricorda il fratello Alessandro detto Toti – era legatissimo ancora al suo paese d’origine e alla valle. Veniva in bici, in moto, andava in Torcola. Siamo sempre stati in contatto fino all’ultimo giorno e mi rimarrà di lui un bellissimo ricordo. Era suo desiderio riposare accanto al padre, a Moio. E così sarà”.

Lunedì 3 gennaio 2022