Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News L'addio commosso al dottor Redondi "Aiutava tutti, senza differenze" (video)

L’addio commosso al dottor Redondi “Aiutava tutti, senza differenze” (video)

San Giovanni Bianco – “Il dottor Redondi ha accompagnato la carriera sportiva di mio padre, fin dall’inizio, aiutandolo a conquistare premi e riconoscimenti. Lo accompagnò addirittura a Londra, per una gara internazionale. E quella foto ora la conservo nel mio breviario. Quando poi sono arrivato a San Giovanni Bianco, ho riconosciuto che l’attenzione che lui dava ai grandi campioni, la dava a tutti, senza fare differenze”.

E’ questo il ricordo commosso che nel pomeriggio del 23 dicembre don Diego Ongaro, parroco di San Giovanni Bianco, ha svelato durante l’omelia funebre per Pietro Redondi, medico, alpino e atleta morto il 20 dicembre a 88 anni, una vita al servizio della comunità locale, figura che ha dato tanto al mondo dello sport e della montagna in Valle Brembana.

Una parrocchiale gremita nei limiti delle restrizioni Covid, con gli alpini – presenti i labari di tanti gruppi – a portare la bara, e il suo coro parrocchiale a cantare per lui. A conclusione della celebrazione, la preghiera dell’alpino e il saluto del Cai dall’altare, col ricordo degli amici che lo hanno preceduto in cielo. Quindi l’applauso finale dei fedeli, il corteo al cimitero, con i famigliari, gli amici, i medici colleghi, e il sindaco Enrica Bonzi con la fascia tricolore a sottolineare quanto sia stato profondo il segno lasciato dal dottor Pietro Redondi nella storia di San Giovanni Bianco e non solo.

IL RICORDO

“Salvai la vita a un alpino, tutte le volte che lo incontro mi abbraccia”

Gioved’ 23 dicembre 2021