Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Il piano-mobilità dell'Aci Bergamo modello per un piano regionale

Il piano-mobilità dell’Aci Bergamo modello per un piano regionale

Da prima dell’estate 2021 l’Automobile Club Bergamo sta lavorando sul complesso e vasto tema della mobilità, proiettata fino al 2030 e avendo come primo importante focus le Olimpiadi invernali del 2026, con tutte le ricadute su viabilità e trasporti legati a questo evento mondiale.

La Commissione ad hoc, voluta dal presidente ACI Bergamo, Valerio Bettoni e presieduta dall’architetto Felice Sonzogni, ha preso in esame e poi messo a punto uno studio che considera situazione e prospettive per strade, autostrade, rete ferro-tramviaria, interporto e ciclabilità.

Negli scorsi giorni si è tenuta una riunione dei vertici Aci di tutta la Lombardia, dalla quale sono emersi tre aspetti di massima. Il primo è un significativo riconoscimento per il modello di analisi già sviluppato e definito da Aci Bergamo, che sarà un. riferimento per l’elaborazione di un piano esteso a tutto il territorio regionale. Punto secondo: con la ricognizione decisa su scala lombarda, le varie sedi Aci potranno segnalare quelle opere ritenute strategiche per migliorare la circolazione in vista delle Olimpiadi, in particolare per i punti nevralgici dell’evento. Terzo elemento: in aggiunta a quelli che saranno le opere di tipo infrastrutturale, verranno individuati e indicati i vari interventi resi possibili dalle nuove tecnologie per governare al meglio gli spostamenti sul territorio (telecamere di controllo dei flussi, regolazione degli impianti semaforici secondo necessità ed emergenze; indicazione di percorsi alternativi). Obiettivo di questi sistemi è anche quello di offrire una conoscenza precisa e puntuale della situazione, così da garantire scorrevolezza, tempestività nel porre in atto eventuali interventi di fluidificazione.
C’è stata una convergenza generale sulla necessità di pianificare le opere e rispettare i tempi di attuazione.
Il presidente Valerio Bettoni, intervenuto alla riunione, ha espresso compiacimento nel veder riconosciuto il lavoro propedeutico svolto dall’Aci di Bergamo in materia di mobilità. Abbiamo ottenuto un plauso generale per il metodo della Commissione Mobilità e per la completezza e il realismo delle proiezioni da noi estese fino al 2030. Siamo un Aci che guarda avanti e che cerca di interpretare le attese di tutta la comunità”. Dal canto suo, Felice Sonzogni, presidente della Commissione Mobilità ha espresso l’auspicio di rapidità e concretezza nella ricognizione delle sedi Aci di tutta la Lombardia, così da poter elaborare un piano utile nel definire le priorità nelle opere da mettere in cantiere.

Giovedì 3 marzo 2022