Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Riaperta la biglietteria alla stazione ferroviaria di Bergamo

Riaperta la biglietteria alla stazione ferroviaria di Bergamo

Così si presentava la Stazione Ferroviaria di Bergamo il 22 aprile del 1854, quando venne inaugurata ed accolta con grandi aspettative dai bergamaschi. Poi successivi interventi per adeguarla ai tempi, per renderla più moderna e funzionale, per rispondere meglio alle esigenze dei cittadini.

E negli anni più recenti il lento e progressivo degrado, quasi l’abbandono da parte delle Ferrovie dello Stato e di Trenitalia che ne era il gestore, assediata da gruppi eterogenei di non viaggiatori, usata come rifugio di fortuna, come luogo appartato per immondi scambi di denaro, sostanze e vizi, come zona franca per scontri armati fra bande concorrenti.

Ed infine il passaggio a Trenord, che si spera abbia un effetto benefico da tutti i punti di vista. Un segnale in questo senso è stato ieri la riapertura della biglietteria interna, ampiamente ristrutturata ed adeguata al rilevante ruolo della stazione di Bergamo all’interno del sistema ferroviario in Lombardia. A questo scopo anche gli orari di attività e dunque dei servizi di vendita e di assistenza offerti agli utenti coprono ora l’intera giornata, dalle ore 6 alle ore 20 tutti i giorni, festivi compresi.

Accanto ai due sportelli aperti ieri, sono in funzione tre emettitrici automatiche installate nello scalo ferroviario mentre è sempre possibile rivolgersi ai tre punti vendita presenti in stazione, ossia la Tabaccheria Dream, l’Edicola Radice, il Buffet Stazione Bergamo e alla Tabaccheria Bordoni, situata all’esterno della stazione stessa.

Una maggiore presenza di punti di vendita e di servizi alla clientela potrebbe avere anche il positivo effetto collaterale di togliere spazi e libertà d’azione alla criminalità dilagante, a cui va imputata la gran parte del degrado sofferto in questi anni.

Giovedì, 15 luglio 2021