Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Per chi suona la campanella?

Per chi suona la campanella?

La lunga e travagliata vicenda che ha visto al centro la scuola italiana sta per concludersi felicemente e già da oggi, per settantamila alunni della bergamasca, la campanella è tornata a suonare, con gran sollievo del corpo insegnante, dei dirigenti scolastici ma soprattutto degli stessi studenti.

Quindi tornano finalmente le lezioni in presenza per le seconde e terze classi della secondaria di primo grado, che nell’ultima settimana di zona rossa avevano seguito le lezioni da casa, ma anche per le secondarie di secondo grado che da mesi erano in modalità “Didattica a Distanza”: in tutta la provincia di Bergamo circa 47 mila studenti per le superiori statali e 20 mila per le scuole medie statali.

Anche i dirigenti scolastici sono emozionati: «Possiamo dire che aspettavamo di rientrare – afferma Gloria Farisé del “Falcone” di Bergamo e presidente provinciale dell’Associazione Nazionale dei Presidi –, anche se non osavamo sperare in un rientro così veloce. Appena ci siamo resi conto della possibilità di passaggio da zona rossa ad arancione, ci siamo attivati per preparare tutti per il rientro».

I presidi non nascondono la propria soddisfazione: «È la volta buona, anche con i ritorni a scaglioni sufficientemente grandi per poter ospitare tutti i ragazzi in sicurezza. Confidiamo anche nell’adeguatezza dei trasporti e riteniamo le scuole già per se stesse sicure: se tutti crediamo in questo sistema e ci sforziamo di essere cittadini responsabili tutto dovrebbe reggere».

Lunedì, 25 gennaio 2021