Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Paladina-Sedrina a rischio

Paladina-Sedrina a rischio


Con una lettera inviata a Via Tasso, l’Anas ha comunicato che non darà alla Provincia i tre milioni di euro necessari a completare la progettazione definitiva della Paladina-Sedrina, il terzo tratto della Tangenziale Sud di Bergamo.
La Provincia un mese fa aveva chiesto un’integrazione di circa 1,8 milioni per il completamento del tratto Treviolo-Paladina, che è in fase di realizzazione, e di circa 3 milioni per il progetto definitivo della Paladina-Sedrina affidato alla ProIter di Milano.
Il Presidente Gianfranco Gafforelli comunica che la Provincia farà fronte ai 1,8 milioni necessari per completare il tratto Treviolo-Paladina, ma di non avere i 3 milioni per completare il progetto Paladina-Sedrina che consegnerà ad Anas così come è, privo di alcuni approfondimenti dal punto di vista geologico e lo sviluppo di alcune strutture. Cosa potrebbe accadere poi resta un’incognita. Il completamento del progetto è fondamentale per poter accedere a forme di finanziamento come il Recovery fund.
La Paladina-Sedrina è di fondamentale importanza per la viabilità e l’economia della Valle Brembana, proprio per questo si sono mobilitati il sindaco di San Pellegrino Terme Vittorio Milesi, di Olmo al Brembo Carmelo Goglio e il vicesindaco di Zogno Giuliano Ghisalberti che hanno presentato una mozione per chiedere alla Comunità Montana Valle Brembana di destinare tutti i fondi che Bim versa annualmente ai 37 comuni vallari alla progettazione del terzo tratto della tangenziale sud.
La tempistica è fondamentale per poter accedere a forme di finanziamento tramite Recovery fund o Sblocca cantieri. I Comuni della Valle Brembana rinuncerebbero ad opere minori sul proprio territorio per poter avere i fondi necessari per la nuova Paladina-Sedrina che porterebbe beneficio all’intera Valle.

Mercoledì, 5 Maggio 2021