Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem A Bergamo il biglietto del bus “contactless”: prima in Italia, all’avanguardia in...

A Bergamo il biglietto del bus “contactless”: prima in Italia, all’avanguardia in Europa

La tecnologia “contactless” è ormai entrata nelle nostre abitudini quotidiane: dopo un acquisto qualsiasi molti di noi, che non amano riempire il portafogli di consunte banconote e monete ricettacolo di molteplici impronte digitali, accostano la propria carta di credito, il bancomat oppure il display del cellulare al sensore del punto di vendita ed il denaro passa in pochi istanti dal nostro conto a quello del creditore.

Tutto o quasi si può risolvere con il pagamento elettronico, da oggi a Bergamo si può anche pagare il biglietto sui mezzi di trasporto, dai bus ai tram e perfino sulle funicolari: il nuovo servizio dell’Atb, primo in Italia e tra i primi in Europa, si chiama «Passa e vai. Basta la carta» ed anticipa in un certo senso la bigliettazione elettronica prevista entro l’anno prossimo per tutta la provincia.

Nessuno spreco di materiale cartaceo, inchiostri, punzoni o altro: il titolo di viaggio sarà registrato sul sistema, a disposizione dei controllori ai quali basterà fornire le ultime cifre della card utilizzata e ciò anche nel caso in cui il viaggio sia formato da una serie di mezzi in successione a condizione di usare sempre la stessa carta di credito.

Sono attualmente circa 650 le nuove macchinette validatrici, installate su tutti i mezzi circolanti di Atb, Teb e i bus Sab e Tbso del consorzio, per un investimento di 150 mila euro a cui si aggiunge il finanziamento regionale sulla bigliettazione elettronica della rete provinciale, un progetto da 8,7 milioni di euro.

Al classico biglietto in carta, a quello della App Atb Mobile e alle emettitrici di bordo, si affianca così questa nuova modalità che consente agli utenti di evitare ogni tipo di contatto con materiali e dispositivi di bordo: una soluzione che colloca Atb all’avanguardia in Italia ed in Europa, nel suo costante impegno a contribuire al grande sogno di fare di Bergamo un’avveniristica “smart city”.

L’introduzione di questa nuova tecnologia è solo uno step di un più ampio progetto pilota che si avvarrà con sempre maggiore incisività delle informazioni in tempo reale, sia per il tracciamento dei mezzi e dei relativi orari di passaggio che per l’indicazione dei posti disponibili in vettura, tutto a beneficio degli utenti.

Mercoledì, 31 marzo 2021