Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Ultime Notizie In arrivo test rapidi

In arrivo test rapidi

Dopo la gara per l’acquisto di 1,2 milioni di tamponi, la Regione Lombardia avvierà la distribuzione a giorni dei cosiddetti “test rapidi”, il cui esito potrà essere ottenuto in pochi minuti.

Nello spazio di una settimana, secondo i dati di ATS, sono più che raddoppiate le classi in quarantena (da 16 a 34). Anche in Bergamasca, quindi, si fa sempre più urgente tracciare i casi positivi, per evitare perdite di lezioni e disagi. La nostra provincia, però, visto che al momento sta meglio di altre in materia di contagi, riceverà solo a fine mese il kit di tamponi rapidi che la Regione ha predisposto proprio per lo screening della popolazione scolastica, comprendente sia alunni che personale.

saranno disponibili e copriranno tutte le scuole lombarde, in prevalenza istituti superiori. Quelli bergamaschi compresi: si stima una quota del 10% destinata al nostro territorio, tra le 120 mila e le 130 mila dosi in arrivo.

L’obiettivo è quello di individuare e isolare velocemente tutti i potenziali casi positivi in una fase di particolare incremento della diffusione dei contagi.

Quello in corso è un tracciamento sperimentale, uno screening epidemiologico per verificare, nelle classi dove c’è un alunno positivo, la percentuale di contagiati tra i compagni, anche asintomatici. L’esito si ottiene appunto in pochi minuti, senza macchinari per processarli. Se il risultato è negativo la persona è immediatamente «libera», altrimenti si procede al test molecolare. Il “punto tamponi” è stato allestito in luoghi neutri (ad esempio un auditorium o una palestra), organizzato con posti d’attesa distanziati e percorsi differenziati di entrata e uscita.

Il progetto in ambito scolastico prevede l’esecuzione di tampone nasofaringeo antigenico nei soggetti sintomatici all’interno dell’istituto. In caso di positività, il test rapido e quello molecolare standard vengono estesi a tutti i compagni di classe.