Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

SuperG donne a Cortina

Lara Gut-Behrami, atleta svizzera e moglie del calciatore del Genoa Behram si aggiudica il primo oro ai Mondiali di Sci di Cortina, vincendo il superG che si è svolto con il sole dopo giorni di maltempo che ha portato a numerosi rinvii.
Questa vittoria arriva dopo anni difficili, la campionessa svizzera è tornata a livelli altissimi ed era la favorita alla vigilia, dopo aver trionfato negli ultimi quattro SuperG in Coppa del Mondo.
Altro grande risultato della gara disputatasi poco da a Cortina è il terzo posto di
Mikaela Shiffrin dietro all’altra svizzera Corinne Suter.

Per l’Italia l’intero quartetto ha sofferto nelle condizioni odierne, su un pendio tutto sommato semplice. Lo spiega la stessa Federica Brignone, chiaramente poco soddisfatta del suo 10° posto. “Abbiamo pagato in generale la parte alta, due giorni fa avremmo fatto probabilmente molto meglio per le condizioni della neve. Io personalmente non ho sentito le risposte che volevo, inoltre era un tracciato più facile con un paio di passaggi spostati.
Marta Bassino, 11esima ad un decimo dalla compagna di squadra, ha parlato di un “super-g facile dovuto alla neve, io ho provato a spingere come potevo e penso di aver sciato abbastanza bene, ma bisognava cercare sempre la velocità. Contano solo le medaglie, ma non è stato un brutto esordio per me”.
Diciottesima al traguardo, Elena Curtoni non nasconde la sua delusione: “Mi sentivo in forma, c’era un po’ di segno quando sono scesa io (col numero 17, ndr) ma non è quello il motivo del risultato. Non so cosa sia successo esattamente, ma bisognava adattarsi: ovviamente spero si indurisca il manto per la discesa, perchè oggi c’era davvero poca velocità”.
Infine Francesca Marsaglia, 23esima: “C’erano già dei segni in alto, ma ho perso il ritmo a metà tracciato, entrando diretta e frenando sempre un po’ troppo su questa neve. Era una sensazione strana sciare quest’oggi, di certo non una bella giornata”.


Giovedì, 11 febbraio 2021