Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna Nuova amazzone in Val Brembana. "Io, istruttrice, guido i milanesi a cavallo...

Nuova amazzone in Val Brembana. “Io, istruttrice, guido i milanesi a cavallo sulle Orobie”

Ha iniziato a cavalvare all’età di cinque anni. “Prima di camminare – dice – già andavo a cavallo”. Ora Sofia Locatelli, 21 anni, di Carona, è diventata la seconda istruttrice di equitazione della Valle Brembana (con lei, già da alcuni anni, Selena Fabiani, 29 anni, del Cornello dei Tasso). Ha conseguito recentemente il diploma all’Associazione dei Centri sportivi italiani (Acsi) con sede a Roma, durante il corso svolto insieme a papà Paolo all’Idroscalo di Milano.

Sofia con papà Paolo e il fratello Luca

.

“La mia famiglia ha i cavalli da 30 anni – dice Sofia – quindi fin da piccolo ho avuto la possibilità di cavalcare e mi sono innamorata di questi stupendi animali. Nel 2011 abbiamo poi aperto il maneggio “La Piana” a Carona e da allora facciamo passeggiate con turisti e villeggianti, attorno al paese o verso i rifugi Calvi e Longo, accompagnandoli alla scoperta delle nostre montagne“. Studentessa in Lettere al terzo anno, all’Università di Bergamo, Sofia vuole fare l’insegnante. “Già ora, però, grazie all’attività con i cavalli – continua – posso sperimentare cosa vuole dire insegnare e stare a contatto con i ragazzi, trasmettendo loro qualcosa. Il cavallo, poi, è un animale speciale: sono molto empatici e cerco di trasmettere questa caratteristica anche a chi li cavalca”. L’azienda agricola di Paolo (di lavoro fa il rocciatore per un’impresa di Branzi) dispone di cinque cavalli, tre Haflinger (dal Trentino), un anglo-arabo e un incrocio di razze nordiche.

L’attività in tempo di pandemia? “Molti villeggianti milanesi che avevano casa a Carona – dice ancora Sofia – hanno riscoperto la montagna proprio in questo periodo. Così la nostra attività è aumentata, soprattutto nei fine settimana”. Una nuova “amazzone” brembana pronta a far scoprire le Orobie a turisti e villeggianti.

Lunedì 24 gennaio 2022