Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna Negozi, bar e ristoranti di montagna: fino a 8.000 euro di contributi...

Negozi, bar e ristoranti di montagna: fino a 8.000 euro di contributi in 12 Comuni brembani

Il contributo per ogni attività andrà da 5.000 a 8.000 euro. Condizione necessaria: avere avuto un calo del fatturato di almeno il 30% tra il 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021 rispetto allo stesso periodo della stagione sciistica 2018-2019.

Regione Lombardia ha pubblicato il secondo bando rivolto ai paesi montani – sede di piste o impianti di sci – che hanno subìto perdite a causa della pandemia: le risorse complessive a disposizione sono 9,65 milioni di euro. Sessanta i comuni lombardi interessati, 12 sono in Valle Brembana: Branzi, Carona, Cusio, Foppolo, Mezzoldo, Moio, Oltre il Colle, Piazzatorre, Roncobello, Serina, Valleve e Valtorta.

Nel primo bando era necessario che il locale fosse a non più di 500 metri di distanza da piste o impianti, limite che ora cade. Possono quindi accedere tutti gli esercizi di ristorazione e non, anche di noleggi di attrezzature sportive. Le domande dal 31 marzo al 29 aprile. Qui il bando della Regione. Le richieste solo tramite piattaforma informatica su www.bandi.regione.lombardia.it.

Commenta Alex Galizzi, consigliere regionale della Lega e componente della Commissione speciale montagna: “I nuovi ristori, con l’eliminazione dei limiti della distanza dagli impianti sciistici, aprono nuove opportunità per le imprese che operano nelle montagne lombarde dopo la crisi che ha colpito il turismo a seguito della pandemia e dell’emergenza sanitaria”. “Un gesto importante per non restare in silenzio rispetto al disagio economico e sociale, che sta attraversando il sistema montagna in Lombardia.”

Mercoledì 30 marzo 2022