Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna La forza di Letizia: rinasce dal dramma, ora dona giochi ai disabili...

La forza di Letizia: rinasce dal dramma, ora dona giochi ai disabili della Val Brembana

La forza di Letizia: dall’abisso di un incidente alla rinascita. E ora dona giochi ai bambini disabili. E’ la storia di Letizia Milesi, la ventiduenne di Roncobello che, nel 2017, rimase vittima di un tragico incidente.

“Ero una ragazza attiva, non stavo mai ferma e avevo una grande passione sulla quale avevo immaginato il mio futuro: la danza – racconta -. Un giovedì di ottobre la mia vita è cambiata. Finita la scuola sono salita sull’ autobus per tornare a casa, ma a causa di uno strattone sono caduta all’ indietro dal gradino più alto fino a terra“. Deficit neurologici, sedia a rotelle, il dramma. Ma anche la forza di rialzarsi. Grazie anche a mamma Monica. La Valle Brembana si mobilita per aiutarla e nel 2019 per Letizia arriva l’operazione in Texas, negli Stati Uniti, che le restituisce una seconda vita.

GIOCHI INCLUSIVI NEI PARCHI DI OTTO COMUNI

Letizia ora restituisce in solidarietà quanto ha ricevuto: fonda l’associazione onlus “Sulle ali di un sogno”, impegnata in azioni benefiche proprio a favore dei disabili. Tra le iniziative la donazione a otto Comuni di giochi inclusivi per i bambini. L’inaugurazione, nei parchi giochi di Branzi, Olmo al Brembo, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Sedrina, Ubiale Clanezzo, Vedeseta e Zogno avverrà il 10, l’11 e il 13 ottobre.

Letizia Milesi

«Tutti i bambini hanno il diritto di giocare, più bello se possono farlo insieme- dice Letizia -. Questo è il motto che ci ha spinto a dar vita al progetto “ABILMENTELIBERIdi giocare”, nato dalla consapevolezza che i bambini non accedono ai giochi tutti nello stesso modo ma tutti hanno il diritto di poter giocare».

A luglio 2021 l’associazione si è resa disponibile a donare ai 37 Comuni della Valle Brembana un gioco inclusivo da posizionare nei rispettivi parchi pubblici. Hanno aderito alla proposta 12 Comuni ma di questi solo otto possedevano le reali condizioni di fattibilità per l’installazione del gioco.

Letizia Milesi a un incontro a Sedrina

«Oggi i giochi sono stati regolarmente installati e testati – continua Letizia Milesi -. È stato un anno lungo, impegnativo, caratterizzato da imprevisti e difficoltà che ci hanno messo alla prova, ma oggi con immensa gioia possiamo annunciare l’inaugurazione di questo nostro grande sogno, che permetterà a molti bambini di giocare senza impedimenti e limiti, divertendosi insieme agli altri».
La realizzazione di questo traguardo è avvenuta con l’impegno dell’associazione e dei suoi instancabili volontari, con la collaborazione delle Amministrazioni comunali dei Comuni di Branzi, Olmo al Brembo, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Sedrina, Ubiale Clanezzo, Vedeseta e Zogno, con il sostegno della Comunità montana Valle Brembana, con la disponibilità della ditta Imex di Lenna e con la professionalità della ditta Pozza 1865 di Vicenza (che ha installato i giochi)”.

L’inaugurazione dei giochi inclusivi avverrà in forma itinerante, negli 8 Comuni coinvolti:

  • Lunedì 10 ottobre a Ubiale Clanezzo alle ore 9; a Sedrina alle ore 10; a Zogno (Spino al Brembo) alle ore 11.15;
  • Martedì 11 ottobre a San Pellegrino Terme alle ore 9; a San Giovanni Bianco alle ore 10.15; a Branzi alle ore 11.15;
  • Giovedì 13 ottobre a Vedeseta alle ore 9.30; a Olmo al Brembo alle ore 11.

«All’inaugurazione – conclude Letizia Milesi – è invitata tutta la cittadinanza ed in particolare l’Associazione inviterà gli alunni delle scuole locali, per ricordare che questa è una reale possibilità di inclusione attraverso la semplicità del gioco e l’innocenza dei bambini che potranno giocare insieme senza ostacoli. Siamo sicuri, che il sorriso di bambine e bambini, colorerà questa giornata di festa”.

Giovedì 6 ottobre 2022