Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna "Drycula" la nuova via di salita all'Alben - Video

“Drycula” la nuova via di salita all’Alben – Video

Marco Serafini ci illustra la nuova via di salita all’Alben “Drycula” aperta pochi giorni fa.

“Drycula è il frutto di un lungo lavoro durato 6 mesi; iniziato nell’autunno del 2020 e terminato all’inizio della primavera 2021.
Si sviluppa su 8 tiri divisi centralmente da una grossa cengia. I primi 3 tiri salgono su placche compatte fino a raggiungere un diedro che costituisce il tiro chiave della via. I tiri più alti offrono condizioni più miste, dove la neve si ferma più facilmente sulla parete, ma ogni tiro ha qualcosa di particolare. Battezziamo il quinto tiro le pance nere per il colore nerastro delle pance strapiombanti che attaccano sopra la grande cengia. Il sesto tiro la torre perché percorre un camino formato da un grosso pilastro. Il settimo la grotta poiché sbuca da un piccolo grottino sul nevaio sommitale.

La parete non è vergine, ma le poche vie che la solcano sono antiche e abbandonate. Ricostruendo la storia della parete, scoprì tra vecchi annuari del CAI quella che con ogni probabilità fu la prima salita; due cordate nel 1943 salirono due linee distinte arrivando in vetta in poco meno di 6 ore. Impossibile ricostruire l’itinerario dalla breve relazione, pensata per dare notizia della conquista, ma non certo per agevolare possibili ripetizioni. In tempi più moderni trovo qualche accenno ad una via Oprandi di cui scopro il tracciato parlando con l’apritore Omar Oprandi. La via fu aperta nel 1983 da Oprandi e Bonzi e sembra proprio che sia stata “mangiata” dal percorso della ferrata, che nella parte alta si sovrappone perfettamente al tracciato che Omar mi gira. Aprendo la nostra via scopriremo sulla parete dei residui consunti dal tempo. Resti di chiodi che potrebbero benissimo risalire alla via degli anni ’43 che zigzagano attorno alla parte bassa della nostra via, scegliendo sempre il percorso più facile che in un paio di punti attraversa la nostra linea.

Ecco il video:


La via è stata ripetuta il 28/04/2021 da una cordata di guide alpine che hanno confermato il grado M7 di difficoltà e la bontà dell’itinerario”.

Venerdì, 30 aprile 2021