Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie e Personaggi Cancervo: la band brembana che canta la valle e vende in Europa....

Cancervo: la band brembana che canta la valle e vende in Europa. E “sfonda” col vinile

Una band tutta brembana che canta la valle e fa dischi in vinile. Sì, proprio nel caro vecchio vinile. E vende soprattutto in Europa. Si chiamano Luca Galizzi, 35 anni, di San Pellegrino (voce e basso), Francesco Gioia, 29 anni, di San Giovanni Bianco (chitarra) e Samuel Fontana, 27 anni, di Serina (batteria).

Il nome della band è un richiamo alla Valle Brembana, come le loro canzoni e i loro testi: si chiamano “Cancervo” come la montagna sopra San Giovanni Bianco. Dopo esperienze in altre band si sono uniti e hanno iniziato la nuova avventura nel 2020. “Il genere – racconta Galizzi – ha forti ispirazioni stoner/psych/doom, tutti generi che affondano le loro radici nel rock anni 70 dei Pink Floyd, dei Black Sabbath e altri. Ma abbiamo voluto radicarci al territorio. Io ho sempre ascoltato musica americana ma, alla fine, ho voluto raccontare quello che vivevo e conoscevo”.

Francesco Gioia

Da qui l’idea della band Cancervo e di musica e testi (tutti in inglese) legati alle leggende della Valle Brembana (fonte di ispirazione un libro dello storico di San Giovanni Bianco Tarcisio Bottani). “Tutto è cominciato quando abbiamo inviato il nostro primo pezzo all’etichetta sarda Electric Valley Records (Sassari), una delle più attive a livello mondiale su questo genere – continua Galizzi -. Il brano è piaciuto e subito ci siamo accordati per l’uscita del primo Lp in un’edizione limitata di 300 copie in vinile. L’album, intitolato “Uno”, contenente sei brani strumentali totalmente incentrati sulle leggende brembane, è uscito a febbraio 2021 e in pochi mesi è andato sold-out con vendite su scala mondiale”.

I BRANI DEL PRIMO ALBUM

A inizio 2022, ecco il secondo nuovo Lp, con l’aumento della tiratura a 500 vinili. “Anche a questo giro le leggende della nostra amata valle sono il tema centrale. Il grande cambiamento arriva dall’aggiunta della voce e dai ritmi più lenti e solenni”, racconta Galizzi. Le leggende? “Il mandriano spergiuro del Grem”, “La cassa da morto del diavolo”, “Il drago di Zambla”, per citarne alcune. Luca lavora alla Nestlè, Francesco è operaio e Samuel cuoco. Ma tutti con la grande passione della musica. E presto suoneranno all’estero.

IL BRANO DEL SECONDO ALBUM


Il 27 gennaio verrà pubblicato online tutto il nuovo album (intitolato Due), e a marzo arriverà il tour europeo in locali di Francia (Lione), Austria (Bludenz(, Germania (Karlsruhe e altre due location), Slovenia (Lubiana) per terminare nelle due date sarde (Cagliari e Sassari) dove si esibiranno sul palco con le band 1782 e Messa. Per vederli in Val Brembana appuntamento il 22 marzo alla Caffetteria degli artisti di San Pellegrino.

Luca Galizzi

Mercoledì 11 gennaio 2023