Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Storie di vita e di montagna 3 marzo: Giornata Internazionale della Natura Selvatica

3 marzo: Giornata Internazionale della Natura Selvatica

Anche quest’anno il 3 marzo l’ONU invita a riflettere sulla fragilità della natura selvatica, su tutte quelle specie, animali e vegetali, che troppo spesso si ritrovano minacciate dalla mano dell’uomo. Nonostante sia una riflessione che dovremmo fare con costanza e che dovrebbe regolare i nostri comportamenti, anche i più piccoli gesti quotidiani, nella Giornata Internazionale della Natura Selvatica (World Wildlife Day) diventa un pensiero condiviso a livello planetario.
L’ONU ha scelto il 3 marzo per una ragione specifica infatti il 3 marzo del 1973, a Washington DC, negli Usa, i rappresentanti di 80 Paesi sottoscrissero il testo della Convenzione CITES: la Convenzione sul Commercio Internazionale delle specie di flora e fauna a rischio di estinzione; accordo politico a garanzia che commercio internazionale di esemplari di animali e piante selvatiche non diventi una minaccia per la loro sopravvivenza.

A distanza di 40 anni, il 20 dicembre 2013, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA) riunitasi nella sua 86esima sessione, ha così deciso di riconoscere nel 3 marzo una data simbolica per celebrare e sensibilizzare il mondo sulla necessità di salvaguardare la vita degli animali e delle piante selvatiche che popolano il nostro Pianeta. Una ricorrenza che oggi rappresenta di fatto l’evento più importante dell’anno dedicato alla vita selvatica.

Il tema di quest’anno è “Forests and Livelihoods: Sustaining People and Planet” (Foreste e mezzi di sussistenza: sostegno delle persone e del Pianeta). Al centro dell’attenzione del World Wildlife Day vi sono dunque i polmoni verdi del Pianeta, fonti di risorse per l’uomo, fin troppo sfruttate, e scrigno di biodiversità da tutelare.

L’ONU invita tutti a prendere parte al World Wildlife Day. Naturalmente non sarà possibile, come negli anni passati, organizzare eventi se non virtuali, ma le vie per collaborare non mancano.

“Condividete ciò che avete imparato sul tema con amici e parenti. Diffondete il verbo, soprattutto con i bambini e i giovani. Sono loro i leader futuri nella conservazione della natura e meritano un futuro in cui gli uomini siano in armonia con le specie selvatiche che condividono con noi il Pianeta. Ricordate di usare gli hashtags #WorldWildlifeDay #WWD2021 #ForestPeoplePlanet“.

Mercoledì, 3 marzo 2021