Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Valtorta-Bobbio progetta nuova seggiovia quadriposto. Ambientalisti contro: è area protetta (rendering e...

Valtorta-Bobbio progetta nuova seggiovia quadriposto. Ambientalisti contro: è area protetta (rendering e video)

Le associazioni ambientaliste (Legambiente, Wwf, Lipu e Federazione Pro Natura), hanno diffidato il Comune di Barzio (Lecco), competente per territorio, che lo scorso 1° marzo ha dato il via libera al progetto per una nuova seggiovia nel comprensorio Valtorta-Piani di Bobbio.

LA NUOVA SEGGIOVIA ALLE PENDICI DELL’ORSCELLERA

Il nuovo impianto di risalita (quadriposto ad ammortamento fisso), che sarà realizzato dalla società Itb (proprietario e gestore della stazione), andrà a sostituire l’attuale skilift Ongania. Con la partenza che sarà posizionata più a valle, nei pressi del via degli impianti Fortino e Orscellera (realizzato nel 2014). Servirà le piste attuali (qui i progetti della Itb per il 2022-23, che prevedono anche l’innevamento dell’Orscellera).

La seggiovia potrà portare fino a 1.795 persone all’ora (il doppio dello skilift Ongania), riducendo quindi le code. Verrà realizzato a sinistra della stazione di valle della seggiovia Orscellera. Il nuovo impianto (DEL COSTO DI CIRCA TRE MILIONI DI EURO) risalirà inizialmente le pendici dello Zucco Orscellera, sul versante nord-est, per poi arrivare – dopo 900 metri – nei pressi dell’attuale stazione di monte della sciovia Ongania. 

Lo skilift Ongania che sarà smantellato

Le associazioni ambientaliste contestano presunte irregolarità nelle procedure autorizzative, ma soprattutto rilevano che l’area in cui sorgerà la nuova seggiovia è ad “alto valore naturalistico” e con vincoli paesaggistici. Inoltre il tracciato non sarà quello attuale della sciovia Ongania, ma sarà spostato appunto in un altro versante (verso l’Orscellera), con previsto disboscamento. Da qui la diffida delle associazioni ambientaliste al Comune di Barzio, inviata anche per competenza a enti pubblici lecchesi, Regione e Parco delle Orobie bergamasche.

ITB: “NESSUN EFFETTO NEGATIVO SU SUOLO, ACQUE E FAUNA”

Nella relazione presentata da Itb, si sottolinea che la costruzione della nuova seggiovia non avrà effetti negativi sul suolo e sui corsi d’acqua. Inoltre gli effetti previsti sulla fauna sono considerati dagli esperti trascurabili. Sono poi previsti interventi compensaviti di miglioramento ambientale.

Il progetto della società Itb, prevede, peraltro, nella zona, anche, per l’utilizzo estivo, una nuova attività di ristorazione (chiosco) e un parco ludico denominato “Il villaggio degli gnomi”.

La mappa del nuovo parco ludico previsto all’arrivo della cabinovia di Barzio: si chiamerà “Il villaggio degli gnomi”

Giovedì 7 aprile 2022