Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Siccità, allarme da Uniacque: rischio rubinetti chiusi in Val Serina, Zogno e...

Siccità, allarme da Uniacque: rischio rubinetti chiusi in Val Serina, Zogno e San Pellegrino

Le piogge scese venerdì 3 giugno in alta Valle Brembana sembrano non aver risolto ancora il problema della siccità nelle valli che perdura ormai da mesi. Con livelli, anche del Brembo, molto bassi, come non si vedevano da anni. Sta di fatto che, Uniacque, la società di gestione del servizio idrico integrato, ha invitato 25 Comuni – dove le sorgenti sono in maggiore difficoltà – a emettere ordinanze in cui si vieta alla popolazione l’utilizzo dell’acqua potabile per fini diversi da quelli igienico-alimentari. Con multe ai trasgressori. Quindi niente uso dell’acqua potabile, per pulire piazzali, riempire piscine, innaffiare giardini e orti.

AUTOBOTTI PER I BACINI PIU’ VUOTI

Il rischio – fanno sapere da Uniacque – è che, in caso di perdurare della siccità, si debba arrivare a provvedimenti drastici, come il razionamento stesso dell’acqua, ovvero la chiusura dei rubinetti. Per alimentare i bacini più in crisi si stanno utilizzando anche autobotti.

I Comuni a maggiore sofferenza indicati da Uniacque sono Algua, Almenno San Bartolomeo, Almenno San Salvatore, Bedulita, Berbenno, Bracca, Brumano, Capizzone, Corna Imagna, Costa Imagna, Cornalba, Costa Serina, Zogno, Serina, Oltre il Colle, San Pellegrino, Fuipiano Imagna, Sant’Omobono, Strozza, Roncola, Palazzago, Pontida, Caprino, Cisano e Torre de’ Busi.

Sabato 4 giugno 2022