Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dalla Val Brembana Sanpellegrino crea valore per l'Italia: 2,5 miliardi di valore condiviso pari allo...

Sanpellegrino crea valore per l’Italia: 2,5 miliardi di valore condiviso pari allo 0,15% del PIL

Azienda di riferimento nel settore delle acque minerali e delle bibite analcoliche Sanpellegrino ha creato, nel 2020, 2,5 miliardi di euro di valore condiviso lungo la filiera in cui opera in Italia, pari a 2,8 volte il proprio fatturato (893 milioni di euro);
realizzando un contributo equivalente allo 0,15% del PIL in un anno segnato pesantemente dalla pandemia.

Questi sono i risultati dello studio “Sanpellegrino crea valore per l’Italia” realizzato da Althesys Strategic Consultant, che verifica e analizza le ricadute socio-economiche dell’attività della Sanpellegrino sul Paese e sui territori in cui è presente e lungo l’intera catena di produzione-consumo durante l’anno 2020.

Corrisponde all’85,4% della produzione del settore acque minerali il valore creato dall’azienda e al 39,7% quello della produzione di succhi e bevande non alcoliche, al 2,4% della produzione dell’industria alimentare del nostro Paese.

Sanpellegrino ha generato 2,5 miliardi di euro che hanno determinato 312 milioni di euro di ricadute dirette sul sistema socio-economico, 1.446 milioni di euro di ricadute indirette delle attività di filiera e 767 milioni di euro di ricadute indotte. Questo dato è rappresentato dalla ricchezza generata dai fornitori del Gruppo, pari a 197 milioni di euro, dalla produzione, pari a 411 milioni di euro, dal sistema logistico pari a 42 milioni di euro e dai canali di distribuzione e vendita pari a 1.875 milioni di euro.

Sanpellegrino con i suoi marchi internazionali, acqua minerale S.Pellegrino, Acqua Panna e Bibite Sanpellegrino è presente in oltre 150 paesi, promuove da sempre attraverso i suoi prodotti il meglio del Made in Italy creando valore per l’Italia nel mondo. Un impegno che manterrà anche nei prossimi anni attraverso un piano di investimenti di oltre 210 milioni di euro per il quadriennio 2020-2023, l’obiettivo è di continuare a favorire l’innovazione e sostenere il business e lo sviluppo dei territori in cui sono presenti le fonti.

Sanpellegrino si impegna anche nella salvaguardia delle risorse idriche con progetti mirati alla valorizzazione dell’acqua, come la certificazione entro il 2023 di tutti i propri stabilimenti in Italia secondo lo standard internazionale Alliance for Water stewardship (AWS) e il raggiungimento entro il 2022 della carbon neutrality. L’azienda infatti è la prima nel settore acque minerali ad impegnarsi per annullare le emissioni di S.Pellegrino, Acqua Panna, Levissima e bibite Sanpellegrino con azioni di riduzioni e compensazione che comprendono l’intera gamma nel ciclo produttivo lungo tutta la filiera.

Sanpellegrino in Lombardia è presente con tre stabilimenti: a San Pellegrino Terme, Madone, Cepina Valdisotto e con sede centrale ad Assago.

Il Gruppo ha generato 651,30 milioni di euro di valore condiviso lungo la filiera 2020 che equivalgono allo 0,18% del PIL regionale registrato nel 2020; quasi metà del valore della produzione nazionale dell’azienda proviene dai siti lombardi.

651,3 milioni di euro di valore creati in Lombardia sono distribuiti tra i fornitori del Gruppo 17%, la produzione 32%, il sistema logistico 3% ed i canali di distribuzione e vendita 48%.

Lo studio realizzato da Althesys calcola che ogni dipendente in Lombardia contribuisce a creare circa 6,2 posti di lavoro nella filiera della regione, per un totale di 6.987 impieghi complessivi, generando 242,7 milioni di euro di salari lordi.

Martedì, 27 luglio 2021