Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Rifugi al passo San Marco. Da novembre strada chiusa, ma pulita al...

Rifugi al passo San Marco. Da novembre strada chiusa, ma pulita al 90%. Il 21 febbraio bufera di neve (video)

E’ chiusa dal 29 ottobre scorso, con l’arrivo della prima nevicata. E da allora non ha più riaperto anche se – in questo inverno anomalo – molto probabilmente, avrebbe potuto restare percorribile, almeno fino ai rifugi San Marco 2000 e Ca’ San Marco. Parliamo della strada che da Madonna delle Nevi porta ai rifugi sotto il passo San Marco, a quota 1.800 metri circa.

Alla prima nevicata, lo scorso fine ottobre, è stata chiusa da Anas (nuovo gestore dopo il passaggio dalla Provincia a gennaio 2020) con transenne a qualche decina di metri dal bivio per Madonna delle Nevi. Ai residenti, ai proprietari di seconde case e ai rifugisti è stata concessa una deroga per il transito. I malumori per una chiusura così repentina e prolungata di fronte a condizioni meteo favorevoli si sono però avute durante tutto inverno. La pulizia della strada, effettuata dalla ditta appaltatrice alla prima nevicata, a quanto pare, non sarebbe stata delle migliori. Avrebbe lasciato sulla carreggiata alcuni tratti ghiacciati, convincendo Anas alla chiusura.

.

Poi la neve, di fatto, non è più arrivata (salvo qualche spruzzata) fino allo scorso 14-15 febbraio. Per i rifugisti un danno importante all’attività. Pochissimi gli escursionisti che sono saliti lungo la strada. Più facile, invece, che gli appassionati salgano quando c’è neve, con ciaspole o sci. L’auspicio, ora, dei rifugisti e del Comune di Mezzoldo è che Anas possa anticipare l’apertura della strada almeno fino ai rifugi, in considerazione delle condizioni della strada, negli ultimi anni mai così libera dalla neve come in questo inverno. La mattina del 21 febbraio, intanto, tutta la zona del passo è stata investita da una bufera di nevischio, con forte vento. Perturbazione annunciata ma che, nella sostanza, non ha modificato le condizioni della strada, pulita al 90% nel tratto da Madonna delle nevi ai rifugi (più neve, invece, c’è ad arrivare al passo e soprattutto sul versante valtellinese, esposto a nord). E percorsa di fatto con i veicoli da residenti e rifugisti.

L’arrivo nei pressi del rifugio

Lunedì 21 febbraio 2022