Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Piazzatorre: addio alle storiche seggiovie di Torcola Soliva. Il Comune prepara un...

Piazzatorre: addio alle storiche seggiovie di Torcola Soliva. Il Comune prepara un nuovo progetto (video storico)

Da lunedì 4 luglio la Sesp (Società esercizi seggioviari Piazzatorre), in Torcola Soliva inizierà a smantellare ciò che rimane dell’ovovia di arroccamento (la storica cabinovia con le cabine azzurre, ormai tutte via dal paese), la monoposto che portava al rifugio Torcole e quindi lo skilift Sole. Poi sarà la volta della biposto Torracchio e quindi dello skilift Roccolo (salvo ripensamenti).

La stazione di partenza dell’ovovia

La proprietà, dell’imprenditore Giuseppe Passera, dice di non poter più attendere. Sul tavolo del Comune, lo scorso dicembre, aveva messo una proposta di acquisto: 400 mila euro, da pagare in cinque rate annuali da 80 mila euro, con cui il Comune avrebbe potuto acquistare la seggiovia biposto del Torracchio e la sciovia Roccolo (oltre alla stazione di partenza della cabinovia e cabina elettrica). La Regione, con l’appoggio del consigliere della Lega Alex Galizzi, avrebbe messo sul piatto un primo finanziamento per avviare la rimessa in funzione. Ma, quello che sembrava un accordo fatto, in realtà non si è mai realizzato. Nessun contratto di acquisto. “I soldi per la rimessa in funzione non c’erano”, dice il sindaco Valeriano Bianchi. A frenare il Comune sarebbero stati i costi eccessivi proprio per poter riattivare gli impianti una volta acquistati.

Pippo Baudo sulla storica ovovia di Piazzatorre
L’abbandono della stazione di partenza

La proposta di acquisto da parte di Passera scadeva lo scorso 30 giugno 2022. Dal 4 luglio, quindi, l’imprenditore ha annunciato il via dei lavori (affidati all’impresa Scandella di Barzio) per smantellare le prime seggiovie (di fatto già in programma, ovvero quelle di ovovia, monoposto e skilift Sole che non erano nell’accordo). “Se poi nulla cambierà proseguiremo con Torracchio e Roccolo – dice l’imprenditore -. Abbiamo già atteso troppi anni, durante i quali abbiamo pagato migliaia e migliaia di euro per gli affitti dei terreni”.

Le storiche seggiovie di Piazzatorre furono aperte nella stagione 1951-1952. Fino al 2005 sono state aperte e gestite da Sesp, poi la chiusura (con una riapertura collegati a Torcola Vaga dal 2010 al 2012). Restano naturalmente funzionanti le due seggiovie di Torcola Vaga (di proprietà del Comune e gestite dalla Sviluppo Monte Poieto di Stefano Dentella).

Il Comune sta comunque preparando un nuovo progetto di rilancio complessivo dell’area – secondo le indiscrezioni di diversi milioni di euro – che dovrà però essere finanziato.

L’albergo riifugio Torcole in una cartolina d’epoca

Link video LA SEGGIOVIA DI PIAZZATORRE (al minuto 21,20 l’inaugurazione nel 1951)

Domenica 3 luglio 2022