Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Obiettivo skipass unico

Le posizioni tra i due contendenti alla gestione con un unico skipass degli impianti di risalita di Foppolo e Carona sono ancora molto distanti. Questione soprattutto economica, ossia la ripartizione degli utili da assegnare a ciascuna stazione.

Il prossimo giovedì presso la Comunità Montana si terrà un incontro al quale prenderanno parte anche i sindaci delle due località, nella prospettiva di trovare finalmente una soluzione al problema, sebbene ad oggi il contenzioso appaia piuttosto vivace.

Per Giacomo Martignon della Belmont, gestore a Foppolo con Marco Calvetti, esisterebbero soluzioni standard già valide sulle Alpi in merito alle quali potrebbe esserci immediato accordo. Per Stefano Dentella della Monte Poieto, gestore a Carona, esiste una pregiudiziale a carico del Comune di Foppolo: «Ci siederemo a discutere di biglietto unico solo a fronte di prospettive chiare per il futuro sulla gestione unica e sulla disponibilità dei terreni, condizioni essenziali e che non possono essere oggetto di mercanteggiamenti a ogni stagione. Chi deve, decida se Foppolo deve essere luogo per investitori o per improvvisatori». A queste accuse replica Gloria Carletti, sindaco di Foppolo: «Abbiamo sempre sostenuto che le due località sono complementari, ma essendo andata deserta l’asta per Carona e arrivando a ridosso della stagione, abbiamo dovuto fare un bando aperto a tutti perché non avremmo potuto affidare direttamente a privati un bene pubblico».

Se le posizioni sono distanti da sembrare conflittuali, la speranza che la prospettiva di un beneficio che lo skipass unico porterebbe all’intero comprensorio rende più probabile che al termine della trattativa la soluzione sarà accettata con soddisfazione da tutti.