Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Lo sfogo di un sindaco al Governatore: "Il paese senza medico e...

Lo sfogo di un sindaco al Governatore: “Il paese senza medico e preside: aziende e famiglie se ne vanno”

La nostra montagna non può essere paragonata alla pianura e alla città: da noi un medico non vuole venire, non abbiamo un preside. La strada di collegamento ai paesi è stata chiusa due anni: un’azienda ha così trasferito la produzione sul fondovalle e una ventina di famiglie hanno lasciato il paese”. Questo lo sfogo, la mattina del 19 settembre, nella sala della Fondazione Don Palla di Piazza Brembana, del sindaco di Serina Giorgio Cavagna, di fronte al Governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana, in visita in Valle Brembana per presentare il progetto di “Aree interne”, territori svantaggiati a cui Regione destinerà fondi per 14 milioni di euro.

La Val Brembana e la Valtellina costituiranno un’unica “Area interna”, beneficiando quindi dei fondi. Il governatore, dopo una visita alla variante in galleria di Zogno, alla Cms di Zogno e alla fonte Bracca, ha incontrato sindaci e stakeholder del territorio per presentare la nuova ‘Agenda del Controesodo e la Strategia delle Aree Interne’, un piano di rilancio che beneficia di 196 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree interne).

Per i Comuni bergamaschi inclusi in questa Area Interna, Regione ha già stanziato oltre 14,8 milioni di euro per 85 interventi attraverso il Piano Lombardia, il programma di investimenti voluto dal governatore per la ripartenza post covid. In particolare, tra gli altri, 4,9 milioni sono stati destinati ad opere di difesa del suolo. A queste risorse si aggiungono quelle stanziate attraverso lo strumento degli Accordi di programma (San Pellegrino, Val Brembana e Valsassina, Dossena).

Tra le visite anche quello all’ex albergo Bracca, edificio di proprietà comunale e dismesso da oltre 5 anni. Lo stabile è al centro di un progetto di rigenerazione urbana finanziato da Regione Lombardia con 500.000 euro. L’obiettivo è contribuire al rilancio della ‘porta della Val Serina’ attraverso il recupero dell’albergo trasformato in un centro polifunzionale con servizi dedicati al turismo, spazi per start up, museo sulla storia delle acque e delle sorgenti della Valle, spazi per l’esposizione di prodotti locali.

Alla Cms di Zogno
Foto di gruppo alla Cms

Presenti durante la mattinata anche gli assessori regionali Claudia Maria Terzi, Lara Magoni e Massimo Sertori. A Piazza Brembana gli interventi, tra gli altri, anche del presidente della Provincia Pasquale Gandolfi, del presidente della Comunità montana Val Brembana Jonathan Lobati e alcuni sindaci della Val Brembana e Valtellina. Presenti al tour anche i consiglieri regionali Alex Galizzi, Roberto Anelli, Simona Pedrazzi, Nicolò Carretta.

Tra gli interventi quello del sindaco di Serina, Cavagna, che ha ricordato l’enorme differenza culturale, ambientale e di distanze tra montagna e pianura. E sulla sanità Fontana ha risposto: “Siamo consapevoli della carenza di medici in montagna – ha detto -. Come Regione eravamo pronti a incentivare i medici economicamente a prestare servizio nelle alte valli, ma Roma ci ha detto che non potevamo”.

All’ex Albergo Bracca con il sindaco Giacomo Gentili
L’inaugurazione di alcune camere alla Fondazione Don Palla di Piazza Brembana
L’intervento del sindaco di Foppolo Gloria Carletti

Lunedì 19 settembre 2022