Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dalla Val Brembana Il saluto di Zogno a Don Giulio

Il saluto di Zogno a Don Giulio

Si sono celebrati ieri mattina a Zogno i funerali di monsignor Giulio Gabanelli, un lungo applauso ha salutato il feretro che dopo la liturgia ha lasciato il paese per tornare a Fonteno suo paese natale dove è stato tumulato.
Per tutti gli zognesi era semplicemente don Giulio, giunto come parroco nel 1969 e dove aveva scelto di rimanere dopo la pensione. La sua morte a 97 anni ha lasciato un vuoto incolmabile. Il vescovo Francesco Beschi ha celebrato i funerali nella parrocchiale ricordando la cura affettuosa e la dedizione verso le comunità che ha servito – Castione, Calolzio e Zogno – ha espresso la riconoscenza e l’affetto per un sacerdote che ha lasciato segni materiali e spirituali della sua presenza.
Don Giulio ha dato vita a molte opere non solo a Zogno: ricordiamo il Museo di San Lorenzo a Zogno, la casa di riposo di Santa Maria di Laxolo, il rifacimento dell’oratorio di Zogno e il rinnovamento del notiziario parrocchiale oltre a molte pubblicazioni frutto di studi e ricerche. Storia ed arte locale erano la sua passione, acuto e sagace autore di poesie in dialetto che raccontavano usi, costumi, vizi e virtù della terra bergamasca.
D’animo buono e gentile, sempre pronto ad aiutare le persone fragili che si rivolgevano a lui per un aiuto materiale o spirituale.
Alle celebrazioni erano presenti oltre ai familiari anche le associazioni e le rappresentanze giunte da Castione e Calolzio, il sindaco di Zogno Selina Fedi, i gruppi di volontariato del paese, sacerdoti ed amici di una vita.
Molte persone hanno potuto seguire i funerali in diretta video dalla chiesina della Confraternita e dal cortile dell’oratorio.

Martedì, 23 febbraio 2021