Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Da Clanezzo ad Almenno, strada chiusa la domenica. Lobati: si tolga il...

Da Clanezzo ad Almenno, strada chiusa la domenica. Lobati: si tolga il divieto

”Una scelta che rispetto ma non condivido. Chiederò al sindaco, alla Provincia e al Prefetto che venga tolto il divieto”.Così il presidente della Comunità montana Val Brembana Jonathan Lobati sulla decisione del Comune di Almenno San Salvatore di vietare l’accesso dal ponte di Clanezzo ad Almenno le domeniche e festivi, dalle 16 alle 24 (esclusi i residenti). Una decisione motivata dal Comune di Almenno, per le misure ridotte della strada, la mancanza di un marciapiede e quindi per il rischio ai pedoni diretti alla zona del Porto e della passerella.

“La scelta – dice Lobati – elimina di fatto l’unica via alternativa alla congestionata statale della Valle Brembana anche in caso di incidente, costringendo una valle di 40.000 abitanti (più turisti) all’isolamento in diverse occasioni. Non voglio certo mettere in croce il collega sindaco per questa scelta, che rispetto ma evidentemente non posso condividere. Voglio invece ricordare che il territorio della Valle Brembana ha stanziato 1,8 milioni di euro per proseguire la progettazione della Sedrina-Paladina, che è la soluzione dei problemi viabilistici della Valle ma che sembra interessare poco, sia alle istituzioni, sia all’opinione pubblica”.

“Con così tanti soldi, meglio fare altro… mi sembra di sentire il pensiero collettivo. Ecco, pensiamo a questo, quando ci troveremo praticamente ogni volta che ci sarà un incidente praticamente isolati dal mondo. Le infrastrutture costano è vero, ma sono l’unica via di sviluppo per la valle e aggiungo anche per le comunità di Almenno e Ubiale Clanezzo (non per colpa loro) che da anni devo subire la congestione della statale della Valle Brembana. Perché nel 2022 fare le strade è considerato in antitesi con la tutela ambientale”.

“Scriverò al sindaco di Almenno San Salvatore, al presidente della Provincia e al Prefetto per chiedere di rivedere questa decisione, incontrandoli e per rivendicare la necessità urgente di una soluzione viabilistica per bypassare Villa d’Almè e Almè, per noi, per i comuni interessati, per l’economia, ma anche per l’ambiente”.

Giovedì 8 settembre 2022