Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Sboccia l'amore e da Bracca vola negli States. Ora è console per...

Sboccia l’amore e da Bracca vola negli States. Ora è console per l’Arizona

Una storia d’amore, il matrimonio, il viaggio negli States, la carriera. E ora l’incarico di console italiano per l’Arizona. E’ la straordinaria storia di Roberta Gentili, 51 anni, figlia dell’ex sindaco di Bracca, Giuseppe. Una storia che parte da lontano, nel 1993, quando un americano, Michael Purcell, arriva nel piccolo paese della Val Serina alla ricerca dei propri avi. La nonna materna era una Gherardi.

Michael si rivolge al sindaco Giuseppe Gentili. La figlia Roberta parla l’inglese e così aiuta questo americano spuntato dal nulla nella ricerca… I due tengono i contatti, si conoscono sempre di più. E alla fine sboccia l’amore. Allora, Roberta, è una ventenne studentessa universitaria a Pavia, in Giurisprudenza. Dopo dieci anni la decisione di sposarsi e trasferirsi.

“Era il 2002 quando ci sposammo civilmente negli Stati Uniti – ricorda Roberta – ma io non volevo abbandonare la mia professione iniziata in Italia. Lavoravo per uno studio legale affermato di Bergamo, avevo il mio lavoro. Così continuai la professione anche negli Stati Uniti, specializzandomi nell’assistere gli italiani di qui”. Nel 2003 il matrimonio religioso a Bracca, quindi, dopo pochi mesi, il trasferimento in Arizona. Oggi Roberta e il marito abitano nella cittadina di Prescott, hanno due figli di 17 e 13 anni. Lei continua nella sua attività professionale seguendo nelle pratiche gli italiani negli Stati Uniti. “Un lavoro che mi ha portato ad avere sempre contatti con i consolati italiani – dice Roberta -. Così, nel 2019, quando il console italiano in Arizona, Massimo Paulillo di Milano, ha lasciato, sono stata nominata al suo posto”. Nella sede di Phoenix, Roberta assiste gli italiani che sbarcano nello Stato dell’Arizona (lo Stato del Grand Canyon), per pratiche di vario tipo, dai passaporti alle emergenze. Un lavoro cresciuto in modo esponenziale con le restrizioni dovute alla pandemia. Ma aiuta anche gli americani dell’Arizona che vogliono trasferirsci o acquistare casa in Italia.

La rappresentanza italiana negli Stati Uniti comprende, oltre all’ambasciata nella capitale, anche nove consolati generali, ciascuno con altri consolati onorari di supporto, considerato che il territorio americano è molto vasto. Il consolato dell’Arizona dipende da quello generale di Los Angeles.

.

Roberta in questi anni ha comunque mantenuto forti legami con la terra d’origine. “Cucino anche bergamasco – racconta – grazie alle ricette che le nostre nonne pubblicano su you tube. Da lì ho imparato a fare i casoncelli. In famiglia qualche volta cucino anche polenta”. Ma Roberta ha ancora legami professionali con la terra d’origine: ha ancora uno studio legale ed è iscritta all’albo degli avvocati di Bergamo. E la Val Serina? “Causa pandemia non rientro in valle da tempo – dice – ma quest’estate tornerò di sicuro. Ai miei figli piace. E anche io, ora che sono in una grande città, ho capito il valore di questi piccoli paesi, dove c’è tutto l’essenziale. Sono dei piccoli paradisi”.

Domenica 16 gennaio 2022