Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Chiuso dopo 60 anni lo "Stella", Cornalba senza bar. Il Comune vuole...

Chiuso dopo 60 anni lo “Stella”, Cornalba senza bar. Il Comune vuole aprirne uno suo

Prima era “Antica trattoria da Vico”, negli ultimi anni ristorante-pizzeria bar “Stella”. Per sessant’anni circa ha attraversato la storia del piccolo paese di Cornalba, in alta Val Serina, passando da gestioni diverse. Ora, purtroppo, la chiusura. Nei giorni scorsi giù la saracinesca di uno dei locali storici della Valle Serina, ultimo punto di ritrovo pubblico per gli abitanti (280) di Cornalba.

“La pandemia ha reso insostenibile la gestione”, è il commento dell’ultima titolare, Sonia Rota, che ha deciso di chiudere. “Difficile sapere cosa farò in futuro”. Eppure il Comune , guidato dal sindaco Luca Vistalli, aveva tentato di dare un aiuto all’attività del bar: un sostegno economico per il Covid e i contributi (anche dal gruppo sportivo) in occasione di particolari eventi, sostiene lo stesso primo cittdadino. Ma, evidentemente, non è bastato. Replica il gestore Rota: “I fondi che ci sono arrivati erano quelli del sindaco precedente, Alessandro Vistalli, peraltro dati a tutte le imprese presenti sul territorio, non solo a noi. Quanto al sostegno che il sindaco dice di averci dato in altre occasioni, smentisco: non ha fatto nulla per sostenerci. Anzi, a Natale, al campo sportivo, insieme ai mercatini faceva bar; per Capodanno voleva allestire un tendone con ristoro e durante il Rally internazionale ha allestito lui un punto ristoro”.

Ora, comunque, Cornalba – salvo trovare un nuovo gestore – resta senza un bar. Segno della montagna che, almeno da un punto di vista commerciale, purtroppo muore. Cornalba un tempo aveva quattro bar, due alimentari, due mercerie, un parrucchiere. Ora resta solo una bottega, sempre nella via principale del paese.

Il Comune sta comunque cercando di trovare una soluzione: l’idea è di aprire un proprio bar-ristoro da affidare poi in gestione, nei locali che ora ospitano la biblioteca. Spostando la stessa biblioteca dove ora c’è la sala consigliare e quest’ultima al piano superiore del municipio. Progetto che, però, dipende dall’arrivo di un finanziamento regionale chiesto dal Comune.

Domenica 20 febbraio 2022