Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale News Carona vola alto. Progetta una zip line da brividi di 4.000 metri

Carona vola alto. Progetta una zip line da brividi di 4.000 metri

Per ora è solo un’ipotesi progettuale, un’idea. Ma è un’idea che vola…e vola alto: realizzare a Carona, sopra il lago, una zip line, una di quelle attrazioni adrenaliniche che – insieme ai ponte tibetani – stanno prendendo sempre più piede in montagna. L’esempio più vicino alla Valle Brembana è il Fly emotion di Albaredo, provincia di Sondrio, nei pressi del passo San Marco. Si tratta, in sostanza, di una teleferica a scopo ricreativo, sulla quale si può scendere da soli o in coppia, provando la sensazione di volare… Brividi e adrenalina sono le parole più usate per questo tipo di avventura.

Carona ora propone un’attrazione simile, soprattutto per dare forza al turismo estivo. L’ipotesi è di alcuni residenti e villeggianti, illustrata alla Pro loco, che, a sua volta, la presenterà pubblicamente il 3 marzo, alle 20, in sede. Per capire se l’idea piace e possa avere un futuro. Perché, al momento, non ci sono progetti veri e propri, e quindi tantomeno i soldi. Ci sono ora i contatti con l’azienda specializzata, a San Vigilio di Marebbe, Alto Adige, dove attualmente c’è la zip line più lunga d’Europa (3,2 chilometri e 400 metri di dislivello). Con la ditta si cercherà di capire fattibilità e costi dell’operazione.

UN VOLO A 80 CHILOMETRI ALL’ORA, A 100 METRI DI ALTEZZA DA TERRA

Per la zip line di Carona si sono già ipotizzati i numeri, ovviamente da record: 500 metri di dislivello, 4.000 metri di discesa (mille metri il tratto più lungo), 100 metri di altezza e 80 chilometri orari di velocità massima. Sono previste 80 corse giornaliere e un’apertura per 180 giorni l’anno. Numeri e tracciato tutti da studiare. La zip line sfrutterebbe, per arrivare alla partenza, la seggiovia Alpe Soliva, che dal paese sale alle piste da sci di Carisole. Seggiovia, peraltro, in scadenza di vita tecnica (quindi dovrà essere sostituita, la proprietà è della “Sviluppo Monte Poieto” di Stefano Dentella). Se la serata di presentazione dovesse avere riscontri positivi, il progetto potrebbe proseguire, con la ricerca dei fondi e il coinvolgimento del Comune (che, quest’anno, andrà al rinnovo amministrativo). Carona vola alto?

Il Fly emotion ad Albaredo per San Marco (Sondrio), nei pressi del passo San Marco