Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Le Caserme Montelungo e Colleoni rinascono come campus universitario

Le Caserme Montelungo e Colleoni rinascono come campus universitario

Quando ero molto giovane e con le braghette corte consumate dalla sella della bici, la mia meta quasi quotidiana era un’area in città che chiamavamo tutti il “Campo di Marte”: era una zona poco edificata, dove con il tempo sarebbero sorte la Scuola Media Petteni, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, la Questura, le case popolari.

I militari, in altri tempi, andavano ad esercitarsi, a pochi passi da alcune polveriere tra le diverse presenti in città. I soldati del 67º Reggimento fanteria “Legnano”, quando pedalavo, erano una presenza consueta dopo l’orario di libera uscita dalla caserma “Montelungo” di via Muraine, come dalla vicina “Colleoni”.

L’area, ancora in stato di apparente abbandono da anni e destinata ad un rapido degrado nonostante alcuni interventi conservativi, tornerà a vivere integrandosi perfettamente nell’ambiente urbano e sociale della città: non ospiterà più giovani armati da preparare alla guerra ma giovani pacifici da preparare alla vita attraverso gli studi universitari.

L’Agenzia del Demanio ha infatti autorizzato, dopo sette lunghi mesi di attesa, l’acquisto da parte dell’Università di Bergamo delle ex caserme Montelungo e Colleoni. L’operazione avverrà in due tempi, essendo l’Università un ente pubblico: ne prenderanno infatti parte oltre all’ateneo, la Cassa Depositi e Prestiti e la SGR (Società Gestione Risparmio), che acquisirà la proprietà degli immobili e delle relative pertinenze per poi procedere alla effettiva vendita all’Università di Bergamo, a riqualificazione avvenuta.

Rimane un ultimo ostacolo, neppure troppo secondario: tra la stima eseguita da UniBG e il preventivo di CdP c’è una differenza da colmare pari a due milioni e seicentomila euro: ci si augura che il problema venga risolto entro il mese corrente, quando le parti hanno in programma di incontrarsi per poter avviare concretamente il progetto di riqualificazione delle due caserme, con l’obiettivo di iniziare i lavori entro l’estate del prossimo anno ed aprire il campus per la fine del 2024.

Sabato, 14 agosto 2021