Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem La bergamasca sotto la neve

La bergamasca sotto la neve

Spazzaneve in azione in città ed in tutta la provincia, dove si sono visti anche ruspe e trattori appositamente attrezzati per la rimozione dei cumuli nevosi e per lo sgombero delle vie di comunicazione.

L’abbondante nevicata ha prodotto disagi e ritardi nella circolazione di mezzi privati e pubblici ed ha rappresentato come di consueto un rischio elevato di cadute per i pedoni che si sono avventurati sullo strato nevoso viscido in particolare sui marciapiedi spesso trascurati dagli addetti alla rimozione.

Ma i danni più consistenti sono stati subiti dalla rete di distribuzione elettrica con la formazione di ghiaccio sui conduttori elettrici e soprattutto per gli effetti disastrosi dell’accumulo di neve che ha notevolmente appesantito le chiome degli alberi ad alto fusto di parchi, viali e zone verdi, i cui rami hanno inevitabilmente ceduto abbattendosi, in molti casi, sulle linee elettriche ad alta e media tensione, interrompendole.

In particolare, secondo i dati forniti da Enel nel pomeriggio di oggi, 28 dicembre, quella bergamasca è risultata la provincia lombarda maggiormente colpita dal maltempo, con quasi settemila utenze interrotte. Le maggiori criticità si sono verificate in particolare nelle Valli.

Nel pomeriggio il servizio elettrico è stato pressoché normalizzato sul restante territorio lombardo mentre, per quanto riguarda la bergamasca, una task force costituita da 250 persone tra tecnici e operativi e da 50 mezzi speciali è al lavoro dalla prima mattinata, per ripristinare la distribuzione di energia elettrica. I lavori proseguiranno ininterrottamente fino al pieno ripristino delle linee, si presume entro la tarda serata di oggi.

(Lunedì, 28 dicembre 2020)