Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Ieri tra Inter e Atalanta la provinciale non era la Dea

Ieri tra Inter e Atalanta la provinciale non era la Dea

Martedì, 9 marzo 2021

L’Atalanta fa la partita con trame di gioco e possesso palla, seppure sterile, ma è un’Inter cinica con un catenaccio impenetrabile a portare a casa la vittoria. Un’azione confusa al 9’ della ripresa finalizzata da Skriniar consente infatti alla formazione di Conte, più opaca e rinunciataria del solito (Lukaku reso inoffensivo dalla nostra difesa), di tenere a bada gli inseguitori in campionato.

Partita molto intensa, i bergamaschi tengono il pallino del gioco per quasi l’intera durata dell’incontro ma l’attacco è impreciso e sotto la porta avversaria la lucidità dei fraseggi si perde. Non c’è stata la solita zampata dell’attacco atalantino, che ha reso la Dea temibile per ogni squadra che incontra, e la sfortuna ha voluto che la partita fosse decisa in modo quasi del tutto fortuito dall’interista Skriniar nei primi minuti del secondo tempo.

A fine gara Gian Piero Gasperini non nasconde il suo rammarico: “Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto, abbiamo giocato una buona partita e per questo la sconfitta ci va stretta. Abbiamo fatto noi la partita indubbiamente, anche nel finale. Abbiamo preso gol su calcio d’angolo, con un po’ di sfortuna”.