Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Dalla Regione Lombardia tre milioni di euro per il dissesto idrogeologico in...

Dalla Regione Lombardia tre milioni di euro per il dissesto idrogeologico in bergamasca

Già alla metà dello scorso aprile, grazie ai fondi della Regione Lombardia, avevano preso avvio i primi cinque progetti per la provincia di Bergamo: la priorità di intervento era assegnata a quelli già esecutivi e finanziati, ossia il ripristino rogge e fontane a Cologno al Serio, la mitigazione del rischio idraulico del torrente Lesina a Brembate Sopra, la realizzazione di paravalanghe a Foppolo, il ripristino e l’implementazione di paravalanghe a Valtorta e la mitigazione del rischio idraulico lungo il torrente Dordo ad Ambivere, per un totale di quasi 400mila euro di progettazione e oltre 4 milioni di lavori.

Dalla Lombardia ora il via libera ad un piano di interventi nei comuni che hanno subìto danni idrogeologici nel corso di questi mesi stanziando, per la messa in sicurezza di sponde e versanti su tutto il territorio lombardo, 18,3 milioni di euro, dei quali la parte più consistente per interventi di ripristino delle difese spondali dei corsi d’acqua e il consolidamento dei versanti nelle provincie di Varese, Como e Sondrio, a seguito degli eventi calamitosi del 3 luglio e 8 agosto 2021.

Alla bergamasca andranno quasi tre degli oltre 18 milioni stanziati: 1,1 milioni per il ripristino della soglia dell’ex opera di presa della roggia “Ponte Perduto”, tra i comuni di Gorle, Pedrengo e Scanzorosciate e 1,7 milioni per Brembate Sopra, dove si dovrà provvedere a rimediare alle problematiche create dal torrente Lesina.

Quest’ultimo intervento consisterà nella realizzazione di una vasca di laminazione, uno scolmatore destinato a regolare la portata lungo l’alveo del torrente, a nord dell’abitato, e nella costruzione di argini di contenimento dell’area destinata all’accumulo del volume di piena da laminare.

Su proposta dell’Assessorato al Territorio e alla Protezione civile, guidato da Pietro Foroni, la Giunta regionale ha approvato il programma 2021/2023 che prevede la realizzazione di 21 opere pubbliche considerate urgenti e destinate a ridurre il rischio idrogeologico nei comuni che hanno sofferto danni derivanti da esondazioni.

Lo stesso Foroni ha precisato che «pur essendo una prerogativa dello Stato provvedere alle opere di difesa del suolo, la Regione Lombardia continua a fare la nostra parte per salvaguardare le popolazioni coinvolte dal rischio idrogeologico con la messa a disposizione, fino ad oggi, di più di 170 milioni di euro per finanziare importanti opere di prevenzione, uno sforzo che lo Stato non ha colto».

Martedì, 12 ottobre 2021