Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Champions League: questa sera la Dea ospita gli svizzeri dello Young Boys

Champions League: questa sera la Dea ospita gli svizzeri dello Young Boys

Grande festa questa sera al Gewiss Stadium, ancora a capienza ridotta per le norme anti CoViD: l’Atalanta, reduce dal pareggio con gli spagnoli del Villarreal, affronta la squadra svizzera dello Young Boys, la stessa che all’esordio ha messo ko niente meno che il Manchester United di CR7.

La Dea gioca in coppa per la prima volta davanti al proprio pubblico e l’attesa per una partita niente affatto facile è palpabile: lo Young Boys, nonostante la quarta fascia al sorteggio, è momentaneamente al comando del girone “F” che lo stesso Gasperini ha definito come uno dei più complicati.

Il nostro mister conta ancora di poter utilizzare Muriel, che con ogni probabilità partirà dalla panchina, mentre fin dal fischio d’inizio sarà Duvan Zapata a scendere in campo: il colombiano cerca i primi gol in Europa dal 27 ottobre 2020, quasi un anno fa, quando la sua doppietta servì a recuperare la gara con l’Ajax, mentre oggi il pubblico bergamasco del Gewiss Stadium li invoca per riuscire a prendere la testa del girone.

In tribuna resterà invece Palomino, che probabilmente salterà anche il prossimo confronto di campionato contro il Milan, mentre la formazione potrebbe essere più o meno la stessa che ha pareggiato con l’Inter sabato scorso a San Siro. Qualche dubbio per la fascia destra, contesa tra Zappacosta e Maehle, a meno di un avvicendamento tra i due durante la partita.

Gasperini pretende, giustamente, concentrazione e precisione, elementi che sono mancati in qualche occasione nelle partite di campionato dove la difesa ha concesso troppi vantaggi agli avversari nelle pericolose fasi di alleggerimento. Meno errori, dunque, perché lo Young Boys è una squadra tosta e ben organizzata ed ogni disattenzione può essere determinante.

In questi casi è meglio non azzardare pronostici, la prudenza non è mai troppa nemmeno sul piano scaramantico: i tifosi della Dea si aspettano buon gioco, determinazione, intensità e coraggio anche negli ultimi venti metri, ponendo la massima attenzione a non concedere penalty all’avversario. Offrendo come sempre un entusiasmante spettacolo di calcio a tutto campo.

Mercoledì, 29 settembre 2021