Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem Calo delle assunzioni nella provincia di Bergamo

Calo delle assunzioni nella provincia di Bergamo

La crescita del 9% su base annua registrata ad ottobre faceva ben sperare, purtroppo i dati di novembre mostrano un’inversione di tendenza con un calo del 6,8%. La crisi colpisce soprattutto i settori della ristorazione, intrattenimento e commercio.
Le 10.721 assunzioni (erano 11.502 a novembre 2019), se rapportate alle 9.073 cessazioni di lavoro (non lontane dalle 9.398 di novembre 2019) generano un saldo mensile positivo pari 1.648 posizioni lavorative. Una cifra che è però inferiore a quella registrata nello stesso periodo del 2019 (+2.104). La variazione assoluta degli ultimi 12 mesi si porta quindi a novembre a quota -847, interrompendo il parziale recupero segnato a ottobre (-391) dopo la prolungata caduta avvenuta tra i mesi di aprile e settembre. Sono questi i dati relativi alla Provincia di Bergamo in merito all’andamento del mercato del lavoro. Crescono su base annua le assunzioni nel settore legato all’agricoltura e sensibilmente anche nell’edilizia. Crollo per l’industria, commercio e servizi. Il terziario registra a novembre un calo delle assunzioni pari al 20,9%; ancor più significativo nel settore dell’intrattenimento e nel commercio pari a -40,5%.

Giovedì, 14 gennaio 2021