Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Nóter de Bèrghem A Reggio Emilia la finale di Coppa Italia: Atalanta Juventus

A Reggio Emilia la finale di Coppa Italia: Atalanta Juventus

Questa sera alle 21, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, la tanto attesa finale di Coppa Italia, che vedrà contrapposte le formazioni calcistiche dell’Atalanta e della Juventus: tutto è pronto, le relative tifoserie che solo in minima parte avranno accesso agli spalti e le principali redazioni sportive in sala stampa, ma soprattutto l’imponente apparato di sicurezza affidato alle Forze dell’Ordine che nel centro di Bergamo ed ai varchi di accesso alla città dovranno scongiurare i possibili assembramenti prima, durante e dopo la partita.

L’esito dell’incontro è sostanzialmente aperto, sebbene molti esperti si siano sbilanciati quotando la Dea come favorita, ma in questi casi un silenzio scaramantico è più che opportuno considerando il valore dell’avversario: nessuna grossa delusione, quindi, in caso di sconfitta ma gioia incontenibile in caso di vittoria, dopo un’attesa lunga 58 anni.

Il Prefetto Enrico Ricci ha presieduto ieri il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, rivolgendo ai tifosi atalantini, che scenderanno in strada questa sera al termine della diretta televisiva, un invito alla calma ed alla moderazione ed un appello al senso di responsabilità a tutela della salute di tutti.

Lo scorso lunedì il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli e la società nerazzurra avevano emesso un comunicato congiunto nel quale, insieme alla soddisfazione per l’ennesima fantastica stagione della squadra e per la qualificazione alla Champions League per il terzo anno consecutivo, veniva espresso il rammarico per le limitazioni imposte dalla pandemia tuttora in corso.

Comunque vada questa sera sarà un successo: a livello sportivo perché l’Atalanta è arrivata in Finale con indiscutibile merito battendo avversarie di tutto rispetto ed a livello di comunità bergamasca perché gli appassionati sostenitori della Dea l’avranno accompagnata con entusiasmo e calore rispettando le regole di prevenzione alle quali si stanno convintamente attenendo da quasi un anno e mezzo.

Mercoledì, 19 maggio 2021