Il portale della Valle Brembana e delle Orobie

Home Redazionale Notizie dall'Italia Pioggia di denaro dal Governo per le emittenti allineate

Pioggia di denaro dal Governo per le emittenti allineate

Chi è nato nel secolo scorso ha ben presente di quanto l’informazione fosse asservita al potere nei regimi che hanno offeso e umiliato la libertà. Tutti abbiamo sperato e creduto che quei momenti appartenessero al passato storico e non si potessero più ripetere, ma non è così, non qui in Italia, dove un governo con scarso appoggio parlamentare ed ancor più scarso consenso popolare è riuscito a far passare decreti degni delle peggiori dittature.

Con un Decreto Legge del 12 ottobre scorso il Governo ha istituito il cosiddetto “Fondo Emergenza emittenti locali”, che tutto è tranne un sostegno in questo momento di difficoltà. Ovviamente i media hanno evitato di darne una corretta notizia.

Il fondo prevede un’erogazione totale di 50 milioni di euro da distribuire alle emittenti televisive e radiofoniche locali che ne faranno domanda, ma ad una condizione: dovranno impegnarsi a trasmettere i messaggi di comunicazione istituzionali relativi all’emergenza sanitaria all’interno dei propri spazi informativi, le solite “veline” di tutti i regimi totalitari.

Le emittenti locali si potranno così trasformare in un grande megafono governativo.

Per le televisioni commerciali si parla di un compenso che parte da una base di 750.000 euro in cambio del passaggio di almeno 20 spot giornalieri in fasce orarie ben specificate dalle indicazioni del Governo.

Singolare è la rapidità con cui sono stati trovati e stanziati questi fondi, in un momento in cui il Governo tentenna invece nell’erogazione dei ristori per le attività costrette alla chiusura.