Val Brembana Web


  • Rifugio Laghi Gemelli - Il rifugio Laghi Gemelli situato in val Brembana nei pressi della diga dei Laghi Gemelli. Localit di partenza della nostra escursione Carona, bella borgata della Val Brembana, che raggiungiamo, deviando a destra, prima di Foppolo. Attraversando il paese troviamo diversi cartelli che indicano i rifugi della zona. Deviamo a destra scendendo verso il lago, passiamo sopra la diga e giriamo a sinistra. Un centinaio di metri pi avanti troviamo un parcheggio e l'inizio del sentiero 211. Un grande cartello sotto la scritta "Rispetta la montagna" indica il rifugio Laghi Gemelli a 3 ore di cammino e i laghi della zona: Becco, Marcio, Casere, Gemelli e Colombo (vedi foto sotto). Prendiamo il sentiero in salita. Incrociamo un stradina e proseguiamo diritto; un cartello su un pino indica il rifugio a 3 ore di cammino.

    Troviamo un segnavia bianco rosso a bandierina con il numero 211 e un cartello caduta massi. Il sentiero abbastanza ripido e sale a zig-zag fra i pini. Qualche apertura tra gli alberi ci regala una veduta sulla sottostante Carona. Un rivolo d'acqua che scende dalla montagna bagna il sentiero. A destra scorre un piccolo torrente; quando ci avviciniamo troviamo dei cartelli che segnalano il pericolo di piene improvvise. Ad un bivio prendiamo a sinistra. Ora il percorso meno ripido. Tracce di sentiero consentono di tagliare i tornanti e abbreviare il percorso. Oltrepassiamo un ponticello di legno (m. 1360).

    Passiamo per la prima volta sotto la funivia di servizio dell'Enel; ogni volta troveremo un cartello che invita a non sostare sotto i cavi. Ad un bivio prendiamo a sinistra e riprendiamo a salire. Superato un tavolo e delle panche in legno, il sentiero prosegue con dei tornanti che diventano sempre pi ripidi. In seguito alterniamo dei tratti pi o meno ripidi. Ripassiamo sotto i cavi della funivia e pi avanti li seguiamo per un tratto. Ora il cammino meno faticoso e il sentiero si divide in varie tracce e si riunisce pi volte. Percorriamo un altro tratto molto ripido con dei corti tornanti poi, quasi in piano, ripassiamo sotto la funivia. Riprendiamo subito a salire e passiamo ancora sotto i cavi. Ora il sentiero continua in piano passando accanto a un precipizio e poi riprende a salire. In piano superiamo un ponticello di pietra presso una chiusa sul torrente e troviamo un bivio (m. 1770): a sinistra si va al rifugio Calvi (sentiero 213 - ore 3) e a destra al rifugio laghi Gemelli (sentiero 211 - ore 1.15). Riprendiamo a salire, inizialmente con alcuni gradini; poco pi avanti c' una piccola sorgente con l'acqua che esce da un tubo. Poi, quasi in piano, costeggiamo un canale artificiale con delle funi di acciaio a protezione e arriviamo ad un bivio ove possiamo scegliere se proseguire con il sentiero 211 e passare per i laghi Marcio e Casere oppure girare a sinistra e fare un giro pi lungo passando per i laghi Becco e Colombo impiegando una mezz'ora in pi.

  • Sentiero delle Orobie: Rifugio Laghi Gemelli -> Rifugio Calvi - 3^ Tappa: Rifugio Laghi Gemelli - Rifugio F.lli Calvi (2020m) ... Sentiero delle Orobie Centrale - dal Rifugio Laghi Gemelli al Rifugio Fratelli Calvi ...

  • Sentiero delle Orobie: Alpe Corte -> Laghi Gemelli - Dal rifugio Alpe Corte prendere il sentiero n. 216. ... 2^ Tappa: Rifugio Alpe Corte - Rifugio Laghi Gemelli (1968m)...

  • Comune di Carona - Rifugio Laghi Gemelli - E' tra i piu' bei posti delle Orobie, contornato da numerosi laghi alpini, e base per salite al Pizzo del Becco, Monte Corte, Pizzo Pradella, Pietra Quadra...

  • Trekking dai Laghi Gemelli: Pizzo Farno - Il Pizzo Farno si eleva al di sopra del Rifugio dei Laghi Gemelli con forme piramidali: si salda a est e alle cime di V. Sanguigno attraverso il Passo di Val Sanguigno e a sud al roccioso Monte Corte attraverso il Passo del Farno o Passo Ovest di Val Sanguigno. Salita facile e renumerativa. Dal Rifugio dei Laghi Gemelli (1.968 m) si attraversa la diga e sicontorna per buon sentiero titta la sponda orientale dei Laghi Gemelli,fin quasi alla fine del Lago. Nei pressi di una piccola baita ci siinnalza per tracce da pecore lungo la Valle del Farno, tenendosi preferibilmente sui pendii nord occidentali del Monte Corte e si giunge cosi' al Passo del Farno o Passo Ovest di Val Sanguigno (2.300 m circa).

  • Trekking dai Laghi Gemelli: il Pizzo del Becco - Il Pizzo del Becco, con la sua verticale parete sud, costituisce un magnifico fondale allo specchio dei Laghi Gemelli. E' sicuramente la cima piu' frequentata della zona, per la bellezza e' solida della sua roccia e per le sue ardite forme, abbellite da creste dentate, da lisci torrioni, da canaloni e camini dove l'arrampicata e' sempre elegante e sicura.

  • Trekking dai Laghi Gemelli: Alpe Corte - La traversata da Roncobello al Rifugio Alpe Corte in Val Canale, (30 posti letto tel. 0346/33190), attraverso il Passo Branchino e' una gita frequentata sopratutto dai villeggianti di Roncobello, al pari di quella al Rifugio dei Laghi Gemelli. Ambiente bellissimo, ricco di boschi nella parte bassa, da Roncobello alla Valle di Mezzeno e di pascoli e roccie nella parte rivolta al Rifugio Alpe Corte, bella vista sulle pareti della Corna Piana caratterizzata la gita.

  • Ricerca Laghi Gemelli: ricerca di Rifugio Laghi Gemelli ha fornito i seguenti risultati (su 2196 ... Alpe Corte Laghi Gemelli: Dal rifugio Alpe Corte prendere il sentiero...

  • Fotografie Laghi Gemelli. Panoramicissimo itinerario, che porta nel cuore delle Orobie e che d accesso al rif. Laghi Gemelli dal versante bergamasco.

  • Fotografie Carona -> Laghi Gemelli: - Le fotografie di Carona sono in risoluzione 800x600 e liberamente prelevabili. Se vengono utilizzate per altri Siti Internet oppure su Giornali e Riviste obbligo citarne la fonte.



  • Rifugi delle Orobie Occidentali - La zona delle Alpi e Prealpi Orobie Occidentali Bergamasche particolarmente ricca di rifugi e bivacchi. Consigliabile pernottare dal form che trovere nell'informativa del singolo Rifugio. Illustreremo le caratteristiche, prezzi, aperture, chiusure e come arrivarci..... Quasi tutti i Rifugi sono accessibili da un itinerario trekking chiamato Sentiero delle Orobie (n101), altri accessibili anche in auto (vedi C San Marco e Madonna della Neve).

    Il Parco delle Orobie Bergamasche - Tra l'abbondante fauna alpina del Parco delle Orobie, da segnalare la presenza dell'aquila reale favorita dalle numerose colonie di marmotte che costituiscono l'alimento principale di questo magnifico predatore. E' da segnalare inoltre la presenza della pernice bianca e del gallo forcello, autentici rettili glaciali rimasti sulle Orobie, quest'ultimo, presente ancora con una buona popolazione stato eletto a simbolo del Parco delle Orobie Bergamasche. Sono presenti in abbondanza i grossi ugulati selvatici, il camoscio, il capriolo e il cervo, nonche' lo stambecco, oggetto di un recente qualificato intervento di reintroduzione.