I Rifugi Alpi Orobie Valle Brembana


  • Rifugio Benigni - di gradevole aspetto e di piccole dimensioni, e' situato sulla testata della Valle di Salmurano, a breve distanza dal Lago Piazzotti. La sua costruzione inizio' nel 1982, grazie al lavoro di numerosi soci dell'allora Sottosezione CAI Alta Valle Brembana ed al contributo della famiglia Benigni, la quale, profondamente scossa per la tragica fine del loro caro Cesare, avvenuto nel 1981 sul Pizzo del Diavolo di Tenda, intese così onorarne la memoria.

  • Rifugio Passo San Marco - è il valico automobilistico tra la Val Brembana (Bergamo) e la Valtellina (Sondrio). E' ancora percorribile, a piedi, l'antica "Strada Priula" che nel '500 collegava Venezia e Coira. Il Rifugio Passo San Marco 2000 per la vostra vacanza relax a 2000 metri di altitudine nelle Alpi Orobie.

  • Rifugio Capanna 2000 Alpe Arera è posto ai piedi del massiccio del Monte Arera (m. 2512) in posizione panoramica e soleggiata. E' una base ideale per escursioni di interesse alpinistico e naturalistico, offrendo in più, per gli appassionati di arrampicata, la possibilità di ripetere salite alpinistiche o vie di arrampicata sportiva situate a pochi minuti di cammino dal Rifugio Capanna 2000.

  • Rifugio Fratelli Calvi situato in Alta Valle Brembana, ai confini con la Valle Seriana, e' uno dei piu' bei anfiteatri delle Prealpi Orobie. Circondato dalle Vette del Pizzo del Diavolo e Diavolino, Grabiasca, Madonnino, Ca' Bianca e Poris, ne fanno una conca panoramica di rara bellezza. Il Fragabolgia, il Lago Rotondo, il Laghetto dei Curiosi sono i piu' importanti laghi artificiali e naturali della zona, frequentati da molti pescatori nel periodo estivo.

  • Rifugio Laghi Gemelli si trova sulle rive dei famosi laghi Gemelli, un invaso di oltre 5.000.000 di metri cubi di acqua. La zona è conosciuta col nome di "altopiano dei laghi" a causa della presenza di ben una decina di laghi artificiali a poca distanza tra loro. La vetta più significativa della zona è sicuramente il pizzo del Becco (2507 m.), che domina il paesaggio con i suoi ripidissimi dirupi meridionale e l'ancor più selvaggia parete settentrionale.

  • Rifugio Grassi è situato a breve distanza del Passo del Camisolo, all'inizio della lunga cresta ovest del Pizzo dei Tre Signori. Domina l'ampio vallone pascolivo del Camisolo, dove ancor oggi si esercita l'antica pratica dell'alpeggio con la produzione del tipico formaggio di monte.

  • Rifugio Lecco aperto tutto l'anno. Proprieta' C.A.I. Lecco, 40 posti letto, servizi igienici, luce elettrica, bar ristorante. Raggiungibile dalla stazione superiore dell'ovovia, che collega Barzio ai Piani di Bobbio, oppure da Valtorta.

  • Rifugio Fratelli Longo inizialmente è stato dedicato ai fratelli CALVI poi ai fratelli LONGO, costruito dal CAI di Bergamo nel 1923, il Fratelli Longo rifugio venne intitolato alla memoria dei Fratelli Longo. Causa la guerra, il piccolo fabbricato subì un graduale degrado che convinse la sezione a costruirne uno nuovo, collocato nelle immediate vicinanze del Lago Rotondo.

  • Rifugio Madonna della Neve ospita Gruppi d’oratorio di giovani e adolescenti - gruppi di famiglie - ragazzi del c.r.e. Favorisce e promuove: Corsi di aggiornamento per educatori e animatori - campi scuola - incontri di formazione.

  • Rifugio Nicola ai Piani di Artavaggio è un rifugio con architettura piramidale, ispirato alla montagna adiacente, la Sodadura la ns. piramide con un’altitudine di mt. 2014. Non più un Rifugio “spartano” ,ma bensì un Rifugio, con servizio di alberghetto, con tutti i comfort e con interventi in materia di sicurezza, igiene ambientale e sanitaria, arredato in stile montano, e che offre il meglio in termini di accoglienza, servizi, passeggiate e relax, ed accoglie gli amanti della montagna in un ambiente simpatico e cordiale, in uno splendido scenario di montagne circostanti, è dotato di ampie sale di ristoro, self service anche per gruppi CAI ed Associazioni varie con 150 posti a sedere e prezzi scontati.

  • Rifugio Trifoglio - Rifugio Trifoglio, con il suo giardino di montagna e la sua esclusiva atmosfera...” Il Rifugio Trifoglio (mt.1.340) in alta Val Brembana, è situato al limitar del bosco tra la Valtorta e la Valsassina, si raggiunge in automobile, è una struttura attrezzata sia per i gruppi che per le famiglie; da qui, ci si sposta a piedi per i sentieri del comprensorio fra Alpeggi dalle caratteristiche fioriture, i pascoli, i caseifici locali, ed i prodotti tipici e le pareti di roccia dolomia dagli indimenticabili tramonti colorati. Ad un'ora circa da Milano e da Bergamo, nella splendida cornice delle Prealpi Orobiche.


L’area delle Orobie si caratterizza per la presenza dell’ampio Parco delle Alpi Orobie (circa 63000 ettari, istituito nel 1989), caratterizzato da profonde foreste, ampi pascoli ancora intensamente monticati e una grande ricchezza floristica e faunistica. L’abbondante presenza di acque superficiali, con numerosi laghi alimentati da spumeggianti torrenti, talvolta forma impressionanti cascate. Le opportunità che offrono le Orobie sono moltissime, anche in fondovalle. L’arte presente con il ricco percorso romanico lungo il Brembo, per continuare con le pregevoli chiesette di fondovalle e gli austeri palazzi dei borghi antichi. Nelle Alpi bergamasche, grazie ad uno sviluppo industriale meno intenso rispetto ad altre zone lombarde, si trovano ancora numerosi borghi antichi, mentre più in alto la vita scorre ancora come un tempo, caratterizzata dai ritmi del sole e delle stagioni.


IL Parco delle Orobie Occidentali Bergamasche - La montagna bergamasca non è soltanto luogo di svago, di vacanza, di sport per gli ospiti che la visitano e la frequentano. E' stata nei secoli trascorsi, e lo è tuttora, spazio di esistenza delle nostre comunità alpine che nel tempo hanno saputo trasformare vallate aspre e ostili all'uomo in un prezioso e armonioso paesaggio agricolo, traendo gli elementi fondamentali di vita. Il riconoscimento e il mantenimento del patrimonio ambientale o storico rappresentano dall'insieme alpino delle Orobie, sono i principi che devono dare vita al Parco che deve tutelare e valorizzare 63.000 ettari di territorio.

Sentiero delle Orobie Occidentali e Orientali - Le mulattiere e i sentieri di Montagna, alcuni dei quali sono stati riportati alla loro originaria funzionalita'sono all'incirca gli stessi che per secoli hanno visto il passaggio consueto degli uomini della Valle, per i quali la salita ai monti non era certo occasione di svago e di pratica sportiva, ma una primaria necessita' di sostentamento.

Rifugi delle Orobie Occidentali - La zona delle Alpi e Prealpi Orobie Occidentali Bergamasche è particolarmente ricca di rifugi e bivacchi. Consigliabile pernottare dal form che trovere nell'informativa del singolo Rifugio. Illustreremo le caratteristiche, prezzi, aperture, chiusure e come arrivarci..... Quasi tutti i Rifugi sono accessibili da un itinerario trekking chiamato Sentiero delle Orobie (n°101), altri accessibili anche in auto (vedi Cà San Marco e Madonna della Neve).

Itinerari Naturalistici delle Orobie - Sui sentieri in alta quota consigliabile di non avventurarsi da soli su queste montagne, non tanto perché siano troppo pericolose, quanto per il fatto che sono poco frequentate fuori stagione e nei giorni feriali, e in caso di infortunio accidentale, specie nei mesi invernali, sarebbe molto rischioso trovarsi da soli. In ogni caso, è sempre bene avvisare qualcuno dove si ha intenzione di andare e più o meno l'ora prevista per il ritorno.

Montagne della Valle Brembana - Un ideale linea di demarcazione che da Valtorta passa per Ornica, Santa Brigida, Valmoresca di Averara, Mezzoldo, P.sso S. Simone, Foppolo per discendere poi a Bordogna e risalire la Valsecca di Roncobello fino a Mezzeno e al Passo di Marogella divide il territorio brembano in due entità ben distinte: A nord le Alpi Orobie costituite da rocce di natura silicea, scure ferruginose e compatte.....

Ambiente Montano delle Alpi Orobie - I Rifugi Orobie Bergamasche - Sciare in Val Brembana.